Rompe i denti alla figlia,
sotto accusa un 41enne

MACERATA - L'uomo è accusato di aver dato una spinta alla bambina, che all'epoca aveva 5 anni. La difesa contesta: «Si è trattato di uno scontro accidentale». Oggi l'udienza davanti al gup è stata rinviata
- caricamento letture
Tribunale_Riapertura_FF-3-650x434

L’ingresso del tribunale di Macerata

 

Spinge la figlia di 5 anni e la bambina si rompe quattro denti. Questa in sintesi l’accusa che viene rivolta ad un 41enne marocchino che è imputato davanti al gup Giovanni Manzoni del tribunale di Macerata. Oggi l’udienza è stata rinviata perché il giudice si è dichiarato incompatibile in quanto ha svolto funzione di Gip nel corso delle indagini (ha partecipato ad un incidente probatorio). I fatti contestati all’uomo sarebbero avvenuti nel 2019 a Macerata. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Rita Barbieri, che contesta all’imputato l’abuso di mezzi di correzione, l’uomo avrebbe dato una spinta alla figlia che si era rotta i denti ed era andata in ospedale. In seguito c’era stata una denuncia fatta dalla polizia e un esposto presentato dalla madre della bambina (assistita dall’avvocato Cristina Marangoni). L’imputato è difeso dall’avvocato Marco Poloni, che dà una versione diversa dei fatti: «Nessun abuso di mezzi di correzione, quel giorno il padre stava pulendo casa e si è scontrato accidentalmente con la figlia che era caduta. Confido in una assoluzione».

(Gian. Gin.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X