Violenze sessuali sulla moglie,
prima del tentato omicidio:
condannato a 8 anni

SENTENZA - Besnik Habibaj dove rispondere di aver costretto la consorte ad avere rapporti con lui contro la sua volontà. Oggi la sentenza del Tribunale di Macerata. La donna dopo un lungo percorso di riabilitazione aveva testimoniato la scorsa udienza
- caricamento letture
besnik-habibaj

Besnik Habibaj

 

Otto anni per violenza sessuale sulla moglie, questa la condanna decisa dal Tribunale di Macerata per il 59enne Besnik Habibaj, in passato già condannato a 14 anni per il tentato omicidio della donna. C’erano però anche delle denunce fatte dalla moglie, Trendelina Halimi. La donna ha testimoniato nel corso della scorsa udienza, dopo un lungo percorso di riabilitazione in seguito alla drammatica aggressione che aveva subito il 27 ottobre del 2017 all’uscita della discoteca Liolà di Pollenza, quando il marito la prese a martellate e cercò di investirla. Halimi aveva denunciato che l’uomo fino al 2016 e da molti anni l’avrebbe costretta ad avere dei rapporti sessuali contro la sua volontà. I fatti sono avvenuti a Pollenza, dove la coppia viveva. L’uomo, secondo l’accusa, sostenuta dal pm Claudio Rastrelli, avrebbe afferrato con forza la donna, l’avrebbe immobilizzata e costretta ad avere prestazioni sessuali con lui. Oggi per quei fatti è stato condannato a otto anni. Inoltre doveva rispondere di un altro reato: quello di aver portato fuori dalla propria abitazione un martello da muratore che aveva poi usato per tentare di uccidere la moglie. Habibaj è assistito dall’avvocato Gabriele Galeazzi.

(Gian. Gin.)

 

Le violenze prima del tentato omicidio: 57enne rinviato a giudizio



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X