Entra al Compro Oro,
ingoia una collana
e ruba 8mila euro di gioielli

MACERATA - Il racconto di Mauro Romualdi, titolare del "Re Mida" in viale Don Bosco: «Dalle immagini delle telecamere ho ricostruito l'accaduto, mentre chiamavo il 112 è rientrato in negozio. Ho provato a temporeggiare in attesa dell'arrivo delle forze dell'ordine, ma ha arraffato altri gioielli da una vetrinetta rimasta aperta nella confusione ed è riuscito a fuggire»
- caricamento letture

 

ladro-ingoia-collana-oro

Il ladro ingoia la collana d’oro mentre il titolare è intento ad appoggiare i gioielli sul bancone

 

Ingoia una collana, si mette nelle tasche dei pantaloni un bracciale, poi esce dal Compro Oro. Il titolare si accorge dell’accaduto e proprio mentre sta chiamando i carabinieri, dopo aver visto le immagini delle telecamere e la scena incredibile del ladro che manda giù il monile come se fosse un boccone, lo stesso suona al campanello per rientrare. Così, il titolare lo accoglie nel negozio, sperando di trattenerlo all’interno fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Ma il malvivente capisce che qualcosa non torna e arraffa quello che può da un vetrina rimasta aperta nella confusione del momento e scappa con un totale di tre collane e cinque bracciali, oltre 8mila euro di valore complessivo. E’ successo lunedì a Macerata, al “Re Mida” di viale Don Bosco.

mauro-romualdi

Mauro Romualdi

A raccontare l’episodio è il titolare del Compro Oro, Mauro Romualdi. «Intorno alle 16,15 è entrato questo ragazzo di colore. Aveva lo zaino in spalla, non parlava bene l’italiano ma mi ha fatto capire di voler vedere una collana e si è avvicinato alla vetrinetta, cominciando a toccare i gioielli – racconta – . Così, visto che non si possono mettere le mani sulla merce, ho cominciato ad appoggiare sul bancone le collane. Non potevo immaginare che come mi sono girato potesse prenderne una dalla vetrinetta e in un secondo ingoiarla». Il titolare del Compro oro ha ricostruito l’accaduto solo dopo che il ragazzo è uscito, andando a guardare le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza per verificare quello che era un sospetto, purtroppo fondato. «Mi sembrava mancasse una collana e così sono andato dietro il bancone a verificare al monitor ma lui è scappato, aveva anche preso un bracciale che ha infilato nelle tasche dei pantaloni – precisa -. E la collana, come se niente fosse, l’ha ingoiata dopo aver abbassato e velocemente rialzato la mascherina. Non credevo ai miei occhi». Così, Romualdi ha chiamato il 112 e, nel frattempo, ha notato il ragazzo che stava rientrando in negozio. «Ho detto alle forze dell’ordine che era tornato e gli ho aperto, sperando di trattenerlo il tempo necessario al loro arrivo. Non mi sembrava vero che fosse tornato e ho sperato che tutto potesse finire con il suo arresto. Una volta entrato ho iniziato a fargli vedere della merce per temporeggiare il più possibile, non è bastato: ad un certo punto ha approfittato della vetrina, che ho lasciato aperta nella confusione, per prendere quello che poteva e scappare, prima dell’arrivo della polizia». L’episodio è stato denunciato, le indagini per individuare il malvivente sono in corso.

(foto di Fabio Falcioni)

(Redazione Cm)

compro-oro-re-mida_censored

Il Compro oro “Re Mida” in viale Don Bosco



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X