Il tesoro librario di Macerata
nuova meta del turismo

CULTURA - Nel capoluogo c'è stato il primo meeting internazionale legato al progetto Adrinetbook. Il Comune è capofila e in città sono arrivati i partner provenienti da Croazia, Albania, Serbia, Slovenia e Grecia. L’assessore Sacchi: «Il programma dell’Ufficio Europa e della biblioteca Mozzi Borgetti ha il suo focus sui nuovi tour turistici basati sull’antico patrimonio librario della nostra città»
- caricamento letture

 

adrinetbook-sferisterio

La visita allo Sferisterio

 

Creare itinerari innovativi basati sull’enorme ricchezza rappresentata dai libri delle biblioteche antiche: questo il fulcro del primo meeting internazionale dedicato al progetto Adrinetbook, che ha avuto luogo a Macerata.

adrinetbook-fermo-2-325x244

Al centro l’assessore Katiuscia Cassetta

Due giorni aperti da una steering committee (commissione direttiva) con il comune del capoluogo, capofila in seno al progetto Adrinetbook (project number 876), supportato dal programma “Interreg Adrion”, finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dal fondo Ipa II.

Una mattinata di lavoro intensa nella sala consiliare del municipio in cui i partner dell’Iccu (Istituto centrale per il catalogo unico), del museo di arte contemporanea di Zagabria (Croazia), della municipalità di Argirocastro (Albania), dell’agenzia per lo sviluppo di Zadar (Croazia), della biblioteca universitaria ”Svetozar Marković”(Serbia), del centro di ricerca ed educazione Rakičan (Slovenia) e della municipalità di Thassos (Grecia) hanno presentato gli ultimi sviluppi del progetto, coordinati dall’Ufficio Europa del comune di Macerata.

Sacchi-Cassetta

L’assessore Riccardo Sacchi

«Il programma messo a punto dall’ufficio Europa in collaborazione con la biblioteca comunale Mozzi Borgetti e l’ufficio turismo – spiega l’assessore al Turismo Riccardo Sacchi – fa focus sui nuovi tour turistici basati sull’antico patrimonio librario della nostra città. Progettare con i nostri partner nuove rotte per il turismo internazionale è una delle strade che intendiamo perseguire in una prospettiva di rilancio post-Covid, utilizzando nuove tecnologie e nuovi metodi di fruizione e promozione, come la digitalizzazione e la creazione di esperienze immersive». Nell’ottica della promozione integrata del territorio, i partner sono stati accompagnati alla biblioteca Romolo Spezioli di Fermo per una study visit di approfondimento sul prezioso patrimonio librario e sulla promozione turistica della città.

adrinetbook-sala-consiliare«Un lavoro serio e proficuo, due giornate di approfondimenti e analisi di dati e buone pratiche da condividere per una reale valorizzazione del patrimonio culturale ed artistico della regione, partendo da Macerata ma aprendosi ad altre città e competenze – si legge nella nota del Comune -. Le varie delegazioni ospiti sono piacevolmente rimaste colpite dalla ricchezza artistica del nostro territorio, dalla variegata offerta culturale e dalla qualità della stessa. Sicura che tanti rapporti saranno valorizzati e mantenuti attraverso ulteriori scambi e contatti tra esperti ed uffici. In particolar modo ringrazio l’ufficio Europa e Turismo del comune di Macerata per aver organizzato il workshop e la dottoressa Petrini per aver collaborato come biblioteca e rinnovo a tutti l’augurio di poter presto viaggiare e visitare in presenza le varie biblioteche rappresentate dalle delegazioni ospiti».

adrinetbook-auditorium-BPerAl centro della seconda giornata del meeting le best practice di Regione e comune di Macerata relative alle ultime tendenze in tema di valorizzazione del patrimonio culturale con finalità turistica.

I partner hanno partecipato ad un workshop nell’auditorium della Bper Banca, concesso dall’università di Macerata, basato su creazione di percorsi turistici a tema, metodi di tutela e valorizzazione dei beni culturali, modalità di progettazione di itinerari centrati su cinema e libri antichi. Tra gli interventi Loredana Tarantino e Claudia Lanari, funzionarie della regione, che hanno presentato l’offerta turistico-culturale marchigiana con focus su piattaforme digitali di contenuti e servizi, Anna Olivucci della Marche Film Commission ha approfondito il cluster del cine-turismo, mentre Meri Petrini della biblioteca comunale Mozzi Borgetti di Macerata ha affrontato il tema della digitalizzazione dei testi antichi. «Ottimo riscontro per la presentazione dei nuovi booktour che la maceratese Expirit sta allestendo in seno ad Adrinetbook con esperienze turistiche legate ai testi antichi interessati dal progetto», conclude il comunicato.

adrinetbook-biblioteca-mb

Alla Mozzi Borgetti

adrinetbook-fermo

A Fermo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X