“Perdersi per ritrovar se stessi”,
rassegna culturale alla Cinciallegra

CIVITANOVA - Il ciclo di serate, patrocinate dal Comune, è promosso dall’associazione “Insolita Itinera”. Si svolgerà dal 6 al 13 agosto
- caricamento letture

 

Insolita-Itinera

La presentazione in Comune

 

L’associazione “Insolita Itinera”, nata dal desiderio di alcuni civitanovesi di contribuire allo sviluppo culturale della città, lancia una nuova rassegna dall’omonimo nome ospitata nello spazio attrezzato della Cinciallegra della pista ciclabile. Il ciclo di serate, patrocinate dal Comune, ha un sottotitolo particolarmente significativo: “Perdersi per ritrovar se stessi”. La presentazione si è svolta oggi, nella sala della Giunta, alla presenza del sindaco Fabrizio Ciarapica, del professor Claudio Bernacchia, del presidente Alpha Gemini Giampaolo Butani e della professoressa Patrizia Patrizi dell’Iis Bonifazi. Sono sette gli appuntamenti, che spaziano dalla presentazione di libri inediti come quello di Rosita Forbes nel cuore del deserto libico nel 1921, alla mostra fotografica realizzata in Africa nel 2020 da studenti ed insegnanti del Bonifazi e a quella sull’Apollo 13, alle iniziative su Dante attraverso lo sguardo di un pittore civitanovese quale Ulisse Ribustini. E naturalmente l’ormai storico appuntamento con le stelle cadenti del 13 agosto con l’osservazione del cielo col telescopio.

imd-international-motor-days-conferenza-ciarapica-civitanova-FDM-1-325x217«È sempre bello ed emozionante presentare una nuova rassegna culturale – ha detto il sindaco Ciarapica – dalla quale traspare il desiderio di rinascita dopo il duro periodo che stiamo vivendo da un anno e mezzo a questa parte con il propagarsi della terribile pandemia. Mi voglio complimentare con i responsabili di questa interessante e ricca iniziativa che va ad inserirsi in una città come Civitanova che dopo il Covid ha voluto ripartire proprio dalla cultura. Come la storia ci insegna, da un momento di grande difficoltà emergono valori troppo spesso dimenticati: lo spirito di coesione, il sostenerci l’uno con l’altro, l’interessarsi delle esigenze del prossimo, avere cura dei più deboli. Ma, come dice il titolo, in questi periodi di grande rivoluzione, di grande trambusto sociale, è importante ritrovare noi stessi, che significa anche il ritrovare il senso della vita, l’accorgersi delle cose veramente importanti, il ritrovare la nostra pace interiore».

claudio-bernacchia-civitanova-FDM

Claudio Bernacchia preside Bonifazi

Il fitto calendario di incontri è stato illustrato dal professor Bernacchia che nel suo intervento ha sottolineato: «In anni difficili come quelli che stiamo vivendo, vengono a mancare tanti riferimenti a cui ognuno è abituato ad affidare la propria vita. Si sta diffondendo un senso di smarrimento che conduce ad una sorta di sottile disperazione. La provocazione è quella di rovesciare il senso degli eventi: perdersi, smarrirsi può rappresentare l’opportunità di ritrovare autenticamente se stessi. Maestro in questo magico processo di rivitalizzazione è certamente Dante Alighieri, che ad un certo punto della sua vita si sente perduto e non sa più dove andare perché “la diritta via era smarrita.” Da qui inizia il suo prodigioso viaggio, che non è solo fantasia, per ritrovar se stesso e il senso più autentico dell’esistenza».

Tutti gli incontri della rassegna avranno luogo nello spazio attrezzato della “Cinciallegra”.

Si inizia venerdì 6 agosto alle 21,15 con “The secret of Sahara: Kafara”: il folle viaggio di Rosita Forbes nel cuore del deserto libico nel 1921 (traduzione e adattamento di Bernacchia e Raffaeli).
Sabato 7 agosto, “Viaggio in Etiopia”, a cura dell’Iis “Bonifazi”: alle 18 inaugurazione della mostra fotografica, alle 19 il dibattito “Partire è sempre partire”, alle 20 cena a tema alla Cinciallegra e alle 21.15 il cortometraggio “Sotto il cielo d’Etiopia”.
Domenica 8 agosto, “Naufraghi nello spazio”: alle 18 mostra fotografica “Missioni Apollo (presenta Stefano D’Amato, funzionario ambasciata Usa), alle 21.15 proiezione del film “Apollo 13”.
Lunedì 9 agosto, “La dieta delle prime volte. Storie di una rinascita”: alle 21,15 presentazione del libro di Matteo Gentili, Katia Capriotti intervista l’autore.
Mercoledì 11 agosto, “L’eremita del deserto”: alle 21,15. Vicende terrene e non: Charles de Foucauld e i “custodi del silenzio”, presenta Luca Recchi.
Giovedì 12 agosto, “La comedia” attraverso lo sguardo di Ulisse Ribustini, a cura dell’Iis “Bonifazi”: alle 18 mostra “Ed io che sono?”, l’itinerario di Dante alla ricerca di sé, alle 19 la straordinaria modernità inventiva di Ulisse Ribustini. Presentano Vecchiarelli, dell’Archeo club, e Cerolini, alle 20 cena “Dantesca” alla Cinciallegra, alle 21.15 rappresentazione teatrale “Lectura Dantis: Sotto il segno dell’amore” (i costumi sono stati realizzati dall’indirizzo Moda dell’Iis “Bonifazi” di Civitanova).
Venerdì 13 agosto , “La serata delle stelle cadenti”: alle 21,15 “Il cielo nel mondo di Dante”, presentano Bernacchia e Recchi, alle 23 osservazione del cielo ad occhio nudo e al telescopio, conduce Butani, Dante diciotto(18) – il Purgatorio e l’amore ai tempi della guerra con video installazione a cura della Sibilla Pictures.

Claudio Bernacchia è il coordinatore dell’associazione Isolita Itinera, responsabile dell’organizzazione e della logistica è Giampaolo Butani, mentre il segretario è Luca Recchi. Il comitato scientifico è composto da Matteo Gentili, Katia Capriotti, Gisella Quaglietti e Caterina Marziali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X