Spaccio, due ordinanze cautelari:
una per il 22enne che si gettò in mare

CIVITANOVA - Due tunisini erano stati entrambi trovati con dell'eroina in corpo. Grazie alle indagini della polizia il giudice ha disposto i provvedimenti
- caricamento letture

 

fugge-porto

Il tunisino portato fuori dall’acqua

 

Uno aveva ingoiato alcuni ovuli di eroina per evitare un controllo della volante, l’altro si era gettato in mare dopo un inseguimento con la polizia: per entrambi sono state emesse ordinanze cautelari. Starà agli arresti domiciliari uno tunisino di 27 anni che lo scorso aprile era stato fermato a Civitanova dagli agenti del commissariato, guidati dal commissario capo Fabio Mazza, mentre era a bordo di un’auto guidata da una donna italiana di 35 anni.

fabio-mazza-1-650x470

Il commissario capo Fabio Mazza

La coppia era stata seguita nei suoi spostamenti in auto e alla fine i poliziotti avevano fermato la vettura. Il 27enne, visti gli agenti, aveva ingoiato qualcosa. Erano quattro ovuli di eroina. L’uomo era stato arrestato. In seguito alle indagini della polizia la procura ha chiesto una misura cautelare, il gip ha disposto gli arresti domiciliari. Obbligo di firma quotidiano per un 22enne tunisino che lo scorso 12 aprile per riuscire a scappare alla polizia si era gettato in mare dal porto di Civitanova. Per due ore era rimasto attaccato ad uno scoglio nella speranza che gli agenti smettessero la ricerca nella zona. Invece era andata diversamente e l’uomo era stato individuato, raggiunto e riportato a riva e poi trasferito in ospedale. Aveva ingoiato tre involucri contenenti eroina ed era stato denunciato. I provvedimenti sono stati entrambi eseguiti nei giorni scorsi. La polizia anche in questo fine settimana ha rafforzato i controlli su strada come pianificato dal questore Vincenzo Trombadore.

 

Fugge all’operazione antidroga e si getta nelle acque del porto

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X