E’ stata salvata dal macello,
ora la cavalla Elisa ha bisogno di cure
«Vogliamo darle una seconda vita»

LORO PICENO - L'associazione "Gran Bosco" di Loro Piceno accoglie cavalli utilizzati nelle corse e per questo esemplare alla fine della sua carriera agonistica chiede aiuto alla comunità: «Con 500 euro vivrà libera dalla sofferenza»
- caricamento letture
La cavalla Elisa con la sua amica Teresa

La cavalla Elisa con la sua amica Teresa

 

di Francesca Marchetti

Hanno salvato la cavalla Elisa già una volta Arianna Pazzelli e Daniele Pollastrelli dell’associazione “Gran Bosco” di Loro Piceno, ma non è bastato e ora chiedono l’aiuto di tutti per salvarla ancora una volta. 

Elisa, 19 anni, è arrivata alla fine della sua carriera agonistica e ha trovato nella fattoria didattica del “Gran Bosco” il luogo dove poter trascorrere felice il resto della sua vita. Arianna e Daniele, titolari dell’associazione da circa 8 anni, l’hanno accolta nella famiglia degli animali salvati dal macello.

I-tumori-da-curare-di-Elisa

«Da quattro giorni Elisa fa parte del “Gran Bosco”, ora però ha bisogno di cure urgenti che non riusciamo a sostenere da soli – ha detto Arianna – Curiamo tutti gli animali, ma in questo caso, data l’urgenza, per la prima volta abbiamo pensato di chiedere aiuto a tutti quelli che vorranno contribuire, ognuno come può.

Il tumore anteriore di Elisa

Il tumore anteriore di Elisa

Elisa ha dei tumori molto grandi che si vedono a occhio nudo, e prima che arrivino altre complicanze come ulcere e infezioni il veterinario ci ha suggerito di agire subito e operarla. Una somma di 500 euro basterebbe a liberarla dal dolore e da ulteriori sofferenze, e se gli aiuti supereranno quella somma, verranno destinati alle cure di altri animali, come è nostra abitudine. Una volta operata, Elisa potrà anche essere affidata ad una nuova famiglia adottiva, sperando che venga finalmente accettata per come è. Per questo, chiunque può venirla a trovare e passare del tempo con lei».

L’associazione è nota nel territorio perché, oltre alle tante attività e all’area campeggio, si occupa di salvare animali destinati alla macellazione o che i proprietari non vogliono più. Cavalli, asini, muli, galline, cani, gatti, bovini, maiali si trovano a contatto con gli umani in un ambiente naturale, tra pascoli, boschi e rifugi per ripararsi dalle intemperie.

Elisa all'arrivo al Gran Bosco di Loro Piceno

Elisa all’arrivo al Gran Bosco di Loro Piceno

«Il nostro intento è quello di trasmettere alle persone la passione e il rispetto per la natura e gli animali – spiega Arianna – Non facciamo lezioni di equitazione, non usiamo metodi coercitivi e abbiamo anche altri cavalli ex trottatori tolti dalle corse, hanno tutti dei problemi fisici ma ora vivono felici nella natura. Diamo loro una seconda vita».

Per informazioni si possono contattare i numeri 331/3385056 o 329/2450264. Questa è la pagina Facebook dell’associazione Gran Bosco. Le donazioni possono essere fatte a “Gran Bosco Horse Club a.s.d. dilettantistica”, Iban IT28Q0306909606100000179663.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X