Arrestato Luciano Emili,
6 anni e 6 mesi per bancarotta

CIVITANOVA - Il consulente finanziario deve scontare la pena in seguito ad una sentenza passata in giudicato e alla conseguente revoca dell'indulto per un altro procedimento. Il difensore ha già chiesto una misura alternativa al carcere
- caricamento letture
carcere-fermo

Il carcere di Fermo

 

Bancarotta in concorso, arrestato il consulente aziendale civitanovese Luciano Emili. Dovrà scontare 6 anni e 6 mesi in carcere a seguito di una sentenza passata in giudicato e alla conseguente revoca dell’indulto per un’altra condanna.

E’ diventata definitiva la condanna di Luciano Emili, 65 anni, titolare dell’omonimo studio di consulenza commerciale di Civitanova. Le sentenze riguardavano un concorso in bancarotta (con sentenza passata in giudicato) e un’altra vicenda di bancarotta, che risaliva al 2002 e che era coperta da indulto. «L’indulto è venuto meno perché è stato commesso un altro reato nel quinquennio successivo – spiega l’avvocato Mauro Cimino, che assiste Emili –. Ho chiesto al magistrato di sorveglianza una modifica alla detenzione in carcere perché non compatibile con lo stato di salute del mio assistito». Emili è stato arrestato lo scorso 12 giugno. Il suo nome anni fa era comparso sugli articoli di cronaca del fermano per la vicenda di una presunta maxi evasione superiore a 50 milioni di euro a seguito di indagini della Guardia di Finanza su evasioni fiscali a carico di imprenditori calzaturieri dallo stile di vita lussuoso, ma con imprese gravate da oneri finanziari. Tutti avevano come consulente Emili. «Per quella vicenda non si è mai arrivati a una sentenza» spiega l’avvocato Cimino.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X