Macerata torna in piscina,
riapre la Filarmonica
“Stabilimento balneare del capoluogo”

LA STRUTTURA gestita dal Centro nuoto potrà ospitare circa 200 persone nel rispetto delle normative anti covid, mentre in acqua ce ne potranno essere un massimo di 100 contemporaneamente. L'assessore Sacchi sottolinea: «Dalla prossima stagione ci sarà un bando di gara che varrà per gli anni a venire per la gestione di questo luogo magnifico»
- caricamento letture

 

Filarmonica_FF-4-650x433

Mauro Antonini, Riccardo Sacchi ed Enrico Ruffini durante la conferenza di questa mattina

 

di Mauro Giustozzi (foto di Fabio Falcioni)

Riparte l’estate e riparte con la piscina della Filarmonica, lo “stabilimento balneare del capoluogo” come è stato ribattezzato durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione che ha aperto i battenti da alcuni giorni e si protrarrà sino a settembre.

Filarmonica_FF-3-325x217L’assessore comunale allo sport Riccardo Sacchi, il presidente dell’associazione ‘La Filarmonica’ Enrico Ruffini e il presidente del Centro Nuoto Macerata Mauro Antonini, che ha in gestione per quest’anno la struttura, hanno illustrato quella che è l’offerta che si rinnova in questa estate in un luogo molto amato dai maceratesi, in particolare da coloro che per diversi motivi hanno difficoltà a raggiungere la costa adriatica. Un luogo che potrà ospitare circa 200 persone contemporaneamente nel rispetto delle normative anti covid, mentre in acqua rispettando la presenza di un nuotatore ogni 4 mq di acqua ce ne potranno essere un massimo di 100 contemporaneamente. L’apertura dal mese di luglio sarà ampliata all’orario 8,30-20 con il sabato e la domenica che potrà protrarsi anche fino alle 22. Inoltre sono in corso dei lavori per ampliare le aree dove poter installare lettini e ombrelloni in più che, al momento, serviranno per ottenere il distanziamento richiesto dalle norme covid mentre in futuro porteranno ad una maggior capienza dell’impianto di via Valenti. Così come già avvenuto la scorsa stagione, la struttura natatoria di via Valenti è stata riaffidata in gestione al Centro Nuoto Macerata, associazione che cura anche la piscina comunale di viale Don Bosco. L’offerta per praticare attività natatoria sportiva e ricreativa all’aperto durante la stagione estiva si è ampliata grazie alla società Filarmonico Drammatica che ha messo a disposizione del Comune il proprio impianto in locazione per tre anni, prorogabile per ulteriori due annualità.

Filarmonica_FF-7-325x217

L’assessore Riccardo Sacchi

«Sin dal nostro insediamento –ha sottolineato l’assessore allo Sport Sacchi- ci siamo mossi con La Filarmonica per far sì che questo luogo magnifico, lo stabilimento balneare del capoluogo, che da decenni è meta di tanti concittadini e anche di persone che arrivano dai paesi vicini, fosse operativo in tempi rapidi per l’estate 2021. Abbiamo trovato in Comune un contratto di comodato d’uso che abbiamo trasformato in contratto di locazione tra l’amministrazione comunale e la società Filarmonica. Per velocizzare il più possibile la procedura per questo primo anno ci si è riaffidati al gestore del 2020, il Centro Nuoto Macerata, ma dalla prossima stagione ci sarà un regolare bando di gara che varrà per gli anni a venire per la gestione di questa struttura. Che ha anche una connotazione sociale, visto che ci sono agevolazioni tariffarie che riguardano giovanissimi e over 65 e soprattutto in piscina possono entrare gratuitamente le persone diversamente abili. Sono anche in corso dei lavori per allungare gli spazi nell’area in direzione di Villa Potenza per aumentare la ricettività dell’impianto. Va detto che nei prossimi anni chiunque gestirà la piscina della Filarmonica vincendo il bando di gara dovrà versare al Comune una somma come compartecipazione alle spese, cosa che sarà evidenziata nel bando».

Filarmonica_FF-5-325x217

Mauro Antonini del Centro Nuoto Macerata

La struttura di via Valenti è in linea con le norme di sicurezza e ha caratteristiche adeguate al momento, visti gli ampi spazi di cui dispone, sia nella parte esterna del piano vasca piastrellato e del prato verde attrezzato con lettini e ombrelloni, sia negli spogliatoi che con i suoi 400 metri quadrati, con box docce divisi da pannelli in plexiglass e percorsi di entrata e uscita separati, garantiscono l’adeguato distanziamento e la sicurezza. La vasca misura 25 metri x 18 con una profondità di 1,30 metri. «Poche piscine all’aperto in Regione hanno queste caratteristiche tecniche –ha ribadito Mauro Antonini del Centro Nuoto Macerata gestore dell’impianto– e da parte nostra l’esperienza fatta lo scorso anno è stata molto importante per rodarci in vista di questa estate. Siamo pronti ad accogliere giovani e famiglie che vorranno trascorrere in relax e sicurezza delle giornate immerse nel verde e nell’acqua di una piscina che ha un controllo rigoroso sulla qualità delle acque e delle centraline di controllo di ultima generazione. Avendo in gestione anche la piscina di viale Don Bosco questo ci consentirà di usare quella struttura al chiuso nelle giornate di maltempo che speriamo siano rarissime comunque. E’ un momento importante anche per i nostri collaboratori che tornano a lavorare dopo un lungo tempo di stop legato alla pandemia. Contiamo di utilizzare tra gli 8 ed i 10 collaboratori al giorno il che significa che ci sarà una rotazione di una trentina di personale del Centro Nuoto Macerata che sarà impegnato in questa stagione estiva. Visti i primi giorni c’è una grande voglia dei maceratesi di stare all’aria aperta e di venire alla Filarmonica. Gli auspici sono davvero importanti per la stagione 2021».

Filarmonica_FF-1-325x217

Enrico Ruffini, presidente della Filarmonica

Anche Enrico Ruffini, presidente della società La Filarmonica nonché promotore di tante altre iniziative in città, mostra la sua grandissima soddisfazione per la riapertura di quello che lui definisce un vero e proprio gioiello incastonato nel capoluogo. «Da quando mi sono insediato alla guida della Filarmonica –ha ribadito Ruffini- ho sempre puntato sulla collaborazione con gli enti locali e questa della piscina di via Valenti ne è l’ennesima dimostrazione. E’ dal 1973 che esiste questa struttura e da sei anni l’abbiamo riaperta e resa fruibile di nuovo al pubblico. Questo è un vero e proprio centro estivo che comprende anche campi da tennis, calcetto e calciotto: presto apriremo anche due nuovi campi per uno sport nuovo e sempre più in voga (ndr. forse di padel anche se Ruffini non lo ha voluto svelare) oltre ad un ristorante in grado di servire anche pranzi veloci a chi frequenta la piscina in quegli orari. Un impianto che, in tema di sicurezza, ha gli spogliatoi più grandi di tutte le Marche, escludendo i campi di calcio. La cosa che voglio sottolineare è di come la gestione sia in mano a veri e propri professionisti del settore, al punto che nella passata stagione non mi è arrivata una sola lamentela da chi ha frequentato la piscina. Quello di via Valenti è destinato sempre più a diventare lo stabilimento balneare del capoluogo ed è assoggettato alle stesse misure di quelli che sono sul mare. Stiamo lavorando ad un allargamento degli spazi in direzione di Villa Potenza per aumentarne la capienza. Chiedo solo al Comune, se possibile, di poter implementare il numero di corse del bus urbano che transita in via Valenti per dare a tanti che non possono muoversi con mezzi propri l’opportunità di raggiungere il nostro impianto».

Filarmonica_FF-6-650x433

DSC_9049-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X