«Ti faccio fare la fine di Pamela»,
a giudizio un 30enne

MACERATA - Un giovane del Ghana è sotto accusa per maltrattamenti e lesioni alla ragazza con cui aveva una relazione. Oggi si è svolta l'udienza davanti al gup
- caricamento letture

 

maltrattamenti-bambini

 

«Ti faccio fare la fine di Pamela», questa una frase che un trentenne del Ghana avrebbe detto alla ragazza con cui conviveva e che rientrata in un più ampio quadro d’accusa che ha portato oggi al rinvio a giudizio del giovane. L’uomo era imputato davanti al Gup del tribunale di Macerata. Il 30enne deve rispondere di maltrattamenti e lesioni a una ragazza italiana con cui aveva una relazione. I fatti contestati (pm Enrico Riccioni) sono avvenuti a Macerata tra il 2017 e il 2018. Il 30enne era imputato perché, sotto effetto di alcolici e droghe, avrebbe insultato la giovane con cui conviveva, dicendole cose come «Sei una putt…, ti faccio fare la fine di Pamela». Il riferimento sarebbe a Pamela Mastropietro la ragazza di 18 anni uccisa nel gennaio 2018 dal nigeriano Innocent Oseghale che poi ne fece a pezzi il corpo. L’uomo è accusato di aver colpito la donna a calci e pugni, in una occasione avrebbe stretto la testa della donna tra le ginocchia per poi colpirla al viso cono pugni e testate. L’uomo è imputato anche di lesioni per un epsiosio che risale al 30 marzo 2018 in cui avrebbe causato alla donna 15 giorni di prognosi e per un secondo episodio, nel maggio 2019, in cui le avrebbe causato un trauma cranico. L’imputato è difeso dall’avvocato Simone Matraxia, oggi sostituito dal legale Vanni Vecchioli.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X