Tornano le comunioni a Muccia

DOPO OLTRE QUATTRO ANNI ripartono le cerimonie nel comune devastato dal terremoto. L'assessore Trojani: «Finalmente un segno di speranza»
- caricamento letture
P1011205.00_09_53_20.Immagine014-650x366

Le prime comunioni a Muccia dopo i terremoti del 2016

Ritornano le comunioni: dopo oltre quattro anni dal terremoto ripartono le cerimonie a Muccia. Una speranza che riparte da sette bambini e bambine che la scorsa domenica, nella chiesa di San Biagio, hanno ricevuto la prima comunione. Un giorno importante per l’assessore alle Politiche giovanili e ai Servizi sociali del Comune, Raffaella Trojani. «Finalmente, dopo un periodo bruttissimo che dura da ormai quattro anni tra terremoto e pandemia, un segno di speranza. Questi bambini rappresentano un nuovo inizio per la nostra comunità, la chiesa donata dal Cns ci ha permesso di dare un luogo alla comunità religiosa, un punto importante di riferimento che ci ha consentito anche di continuare a vederci durante la pandemia, è stata una donazione importate di cui la nostra comunità è riconoscente». La chiesa di San Biagio è stata donata nel 2019 per il 50% dal Cns, la parte restante è stata coperta da imprese socie e fornitori: Briganti Soc. Coop., Conscoop Soc. Coop. Cosp Tecno Service Soc. Coop., Eulero Engineering, Gesta S.p.A., Kineo Energy e Facility S.r.l., L’Internazionale Soc. Coop.

P1011205.00_04_17_02.Immagine003-650x366
P1011205.00_03_48_17.Immagine001-650x366



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X