La nascita si fa arte
con gli scatti di Salvemini

CIVITANOVA - Sono state donate nei giorni scorsi all'Unità di ostetricia e ginecologia dell'ospedale di Civitanova tre opere realizzate dall'artista. Il progetto nato durante il Covid ha immortalato le nuove nascite in tempo di pandemia
- caricamento letture
parto3-650x488

Uno degli scatti di Saverio Salvemini

 

La bellezza e il mistero della nascita, quello in cui una donna diventa madre e una famiglia si crea. Gli scatti di Saverio Salvemini, fotoreporter con alle spalle importanti lavori sul sisma e sul Covid hanno messo a fuoco l’evento del parto e sono diventati delle “tele” esposte in una gallerie d’arte d’eccezione: la sala d’aspetto del reparto di ostetricia e ginecologia di Civitanova.

Si tratta di una donazione di 3 opere dell’artista fotografo realizzate su supporto di alluminio e nate proprio nel reparto nell’ambito di un progetto fotografico sulla nascita che ha coinvolto la struttura civitanovese. Nei giorni scorsi le tele sono state installate e saranno permanenti nella sala d’aspetto.

salvemini-di-prospeto

Saverio Salvemini assieme al dottor Filiberto Di Prospero

Una donazione che prendendo spunto dalle difficoltà della nascita in questo difficile contesto sanitario, riporta l’attenzione sull’esperienza meravigliosa del parto e dei primi momenti di vita come momento importante di speranza. Le stampe  hanno come soggetto il neonato e la coppia, rendendo la sala d’attesa dell’Ostetricia di Civitanova molto simile ad una galleria d’arte: un ambiente confortevole, in linea con quella che da anni è la propensione all’esaltazione dei momenti di fisiologia e naturalità della gravidanza e del parto. «L’introduzione di una nota culturale ed artistica nel percorso nascita va visto anche come un’ulteriore contributo dell’Unità Operativa a quello che è il nuovo concetto biologico di “ecologia della nascita” – ha sottolineato il primario del reparto di ostetricia e ginecologia Filiberto Di Prospero – In accordo con la direzione generale dell’azienda abbiamo accettato subito e molto volentieri l’offerta del fotografo Salvemini, consapevoli dell’arricchimento storico e culturale che aggiunge al nostro Reparto e molto mi è piaciuta l’idea di porre come soggetti principali il neonato ed i genitori». Durante il Covid Saverio Salvemini ha realizzato alcuni scatti nel covid hospital di Camerino, un focus sulla sanità per capire come cambia il rapporto paziente sanità durante la pandemia. reparto-ostetricia-ginecologia-civitanova«Come fotografo ho avvertito la necessità di avere delle immagini che esprimessero la percezione che qualcosa di importante, significativo ed inatteso stava inesorabilmente avvenendo – ha detto il fotografo – ciò che sembrava non poter essere mai messo in discussione, come la libertà di circolare liberamente, di prendere un caffè al bar, di ritrovarsi con gli amici, veniva cancellato in poco tempo. Soprattutto, il sospetto e la paura del contagio sembravano aver inventato una nuova forma di solitudine o, meglio, dato forma a paure interiori, inespresse. Dopo aver realizzato un reportage fotografico all’interno della terapia intensiva dell’Ospedale Covid di Camerino nello scorso aprile ho cominciato a progettare un nuovo lavoro fotografico, avente come oggetto “La Nascita”, che, grazie alla preziosa collaborazione di Di Prospero, ho potuto sviluppare e realizzare presso il reparto di ginecologia di Civitanova». Innovativa la tecnica di stampa su pannelli di grandi dimensioni in alluminio lucido riflettente con bordi sagomati che rendono le immagini ancor più simboliche e cariche di vita.

ostetricia-sala-aspetto

La sala d’aspetto del reparto di ostetricia

parto-1-650x424

parto2-650x427

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X