Centro diurno a Villa Cozza,
finalmente la riapertura

MACERATA - L'annuncio del presidente dell'Ircr Giuliano Centioni dopo il lungo stop: «Da oggi il via anche al servizio domiciliare»
- caricamento letture

 

villa-cozza-macerata-1160x540-1-650x303

Villa Cozza a Macerata

 

L’azienda pubblica servizi alla persona Ircr Macerata riapre il centro diurno “La Sorgente” a Villa Cozza. «Dopo un lungo periodo di chiusura e isolamento, un servizio essenziale per supportare la gestione quotidiana dell’anziano e proporre attività stimolanti e di socializzazione è di nuovo disponibile per le famiglie. Ad esso si affianca oggi il servizio domiciliare, laddove – per motivi contingenti – non sia possibile usufruire del centro diurno a Villa Cozza», conferma il presidente Giuliano Centioni.

centioni

Giuliano Centioni

Le prestazioni domiciliari erogabili «sono di natura assistenziale ed infermieristica, così come sono previste attività ricreative e di stimolazione cognitiva per l’anziano – si legge in una nota -. Il servizio domiciliare sarà orientato anche ad offrire alle famiglie una costante formazione personalizzata, atta a fornire gli strumenti utili per affrontare una quotidianità non sempre facile, così da garantire un servizio efficace anche dopo l’uscita dell’operatore. L’impegno dell’Ircr Macerata è, come sempre, quello di fornire sollievo ai familiari, offrire prestazioni ad hoc attraverso l’ausilio di personale specializzato e mantenere e stimolare le capacità residue dell’anziano». Il centro diurno a Villa Cozza è aperto da ieri, lunedì 7 giugno, e proseguirà la sua operatività dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30, mentre il servizio domiciliare sarà erogato dal lunedì al venerdì tra le 8 e le 20, secondo un calendario di accessi concordato con la famiglia, a partire dal 5 luglio 2021. Le modalità di accesso ai servizi saranno precedute da un colloquio effettuato da un’equipe multidisciplinare presso gli uffici Ircr di Piazza Mazzini a Macerata o, in caso di necessità, al domicilio dell’utente. Le tariffe variano a seconda della tipologia del servizio: per avere tutte le informazioni si può telefonare allo Sportello Informanziani al numero tel:0733263026. «L’emergenza Covid ha reso complicata la socializzazione tra le persone, come ormai sappiamo bene – conclude l’Ircr nella nota -. In particolare gli anziani e le persone più fragili e sole ne hanno fortemente risentito, ma anche l’innalzamento dei livelli di stress dei familiari che si prendono cura degli anziani e delle assistenti familiari private è un dato rilevato con allarme a livello nazionale».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X