Finali nazionali di Palermo,
Avis Macerata in corsa

ATLETICA - Sempre sul pezzo i tesserati biancorossi. I risultati ottenuti in settimana nei campionati di società assoluti
- caricamento letture
Giovanni-Faloci-in-piena-azione

Giovanni Faloci (foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo)

 

Nel difficile periodo del Covid l’atletica leggera ha dovuto adattare i propri regolamenti per contribuire a limitare le occasioni di contagio, eliminando le storiche due fasi regionali dei campionati di società, che avrebbero creato troppi assembramenti, e consentendo lo svolgimento delle gare soltanto a porte chiuse. Sono raddoppiate le cautele giornaliere e massima è diventata l’attenzione per la sicurezza (mascherine, controllo della temperatura, autocertificazioni). Per acquisire i punteggi utili, validi per le classifiche di ammissione alle finali nazionali di Palermo, Finale Argento per il settore femminile e Agropoli per i maschi, finale B, la Fidal ha deciso che possono essere sommati nelle singole specialità tutti i risultati ottenuti dal 17 aprile all’11 luglio, in tutte le manifestazioni inserite nei calendari ufficiali. Quindi, il tesoretto punti si può arricchire gara dopo gara, con le classifiche finali che saranno pronte per metà estate. Certo, mancherà il pathos degli altri anni quando alle fasi regionali la partecipazione, l’emozione e la passionalità erano massime e le classifiche arrivavano a notte fonda con tutte le società interessate ancora allo stadio.

Angelini-Lorenzo-2020--325x217

Lorenzo Angelini

In questa ultima settimana all’Avis può già conteggiare l’ottimo 59,57 metri ottenuto in Croazia, a Spalato, da Giovanni Faloci, nella Coppa Europa dei lanci, dove il discobolo è stato anche capitano della squadra. Si inserisce il bel 21”44 di Lorenzo Angelini a Savona, in cui il bronzo dei campionati italiani assoluti 2020 di Padova ha fatto il suo esordio sulla distanza. In Ancona, invece, da segnalare l’importante 48”80 di Ndiaga Dieng nei 400, dietro al campione italiano junior: il dorico della Stamura Alessandro Moscardi (il tempo dell’avisino rappresenta il nuovo record italiano paralimpico categoria T20 sulla distanza). Nella stessa gara Federico Vitali si è espresso in 51”31. I due hanno poi portato alla vittoria la staffetta 4 x 400 in 3’20”50 con Andrea Pietrella e lo stesso Lorenzo Angelini, in una gara al freddo e con un vento forte, sfiorando il minimo per gli assoluti di Rovereto.

Micaela-Melatini-21--325x244

Micaela Melatini

Brava Micaela Melatini nell’accoppiata 800-1500 con 2’19”33 e 4’53”98 dei personali sulle distanze, con la vittoria in quest’ultima prova. Buon rientro dell’allieva Chiara Menotti nei 400 in 1’01”08, che sta ritornando sui suoi limiti. Fra le junior ottimo il 26’28”47 di Francesca Cinella nella 5 chilometri di marcia e di Margherita Forconi nei 5000 metri in 18’53”74 all’esordio sulla distanza, entrambe con il pass per i campionati italiani di Grosseto. Il rientro dopo un lungo periodo di assenza di Rachele Tittarelli nell’asta a 3,10 metri minimo di partecipazione agli italiani di Rieti, in una gara disturbata dal vento, con Marina Mozzoni a 2,90. Bella vittoria di Ambra Compagnucci nel lungo con 5,25 metri, viziato dal vento a favore.

Forconi-Margherita

Margherita Forconi

Rachele-Tittarelli

Rachele Tittarelli

 

Ndiaga-Dieng-

Ndiaga Dieng

 

Vitali-Federico

Federico Vitali

 

Ambra-Compagnucci

Ambra Compagnucci



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X