Centro studi Gentiliani,
per i quarant’anni
annullo filatelico e cartolina

SAN GINESIO - Poste Italiane, su richiesta del Comune, ha voluto celebrare la ricorrenza nella piazza intitolata al giurista e intellettuale umanista
- caricamento letture

 

cartolina-annullo-postale-alberico-gentili

La cartolina filatelica

 

Il Centro Internazionale Studi Gentiliani di San Ginesio ha compiuto 40 anni di vita. Per l’occasione Poste Italiane, su richiesta del Comune, ha prodotto una cartolina dedicata che è stata annullata con apposito timbro postale oggi, domenica 9 maggio, nella piazza intitolata ad Alberico Gentili, il giurista e intellettuale umanista, nato a San Ginesio nel 1552 e morto a Londra nel 1608.

annullo-postale-san-ginesio Celebrato nel mondo per essere stato uno dei tre padri fondatori del diritto internazionale, Alberico Gentili, che è l’autore di 26 opere a stampa, tra cui l’opus magnum in tre libri, il De Iure Belli, che fu titolare della Cattedra di Regius Professor of Civil Law nella celeberrima Università di Oxford (1587-1608); che fu consigliere del Privy Council della regina Elisabetta I d’Inghilterra; e che fu avvocato difensore della Spagna nelle cause di diritto del mare intese a concludere contenziosi aperti da almeno 50 anni tra questa l’Inghilterra e l’Olanda, Alberico Gentili è il Bene immateriale inalienabile e prezioso di San Ginesio. E non da oggi. Nel 1908, per erigere il monumento in suo onore nella piazza di San Ginesio, opera dello scultore Giuseppe Guastalla, furono impiegati i fondi raccolti a fine Ottocento dal Comitato Nazionale, presieduto dal Principe Erede al Trono, Umberto di Savoia, e dal Comitato internazionale presieduto dal Principe Reale inglese, Leopoldo.

220px-Alberico_Gentili

Alberico Gentili

Nel 2008, lo Stato italiano ha promosso le celebrazioni, dando vita al Comitato Nazionale Alberico Gentili nel quarto centenario della sua morte, centenario per il quale l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e Poste Italiane Filatelia hanno emesso l’“Alberico Gentili”, il “piccolo monumento di carta”, ovvero il francobollo del valore di € 0,65, allora in voga per la corrispondenza europea. «L’evento di oggi ha celebrato i 40 anni del Centro Studi sanginesino che, raccolta l’eredità del passato, ha valorizzato la figura del giurista e l’humus culturale della sua terra natale – si legge in una nota del Comune – Ha promosso l’opera del grande personaggio attraverso convegni internazionali, le Giornate Gentiliane, attraverso pubblicazioni scientifiche, gli Atti dei Convegni, attraverso il sostegno alle edizioni critiche e traduzione in lingue moderne di quasi tutte le sue opere maggiori. Da non dimenticare poi i Seminari: in particolare, gli annuali Incontri tra i Dottorandi in diritto internazionale e diritto dell’Unione europea, intitolati ad Alberico Gentili, una tre giorni organizzata e condotta a San Ginesio dalla Società Italiana di Diritto Internazionale (SIDI), il massimo organo del settore. Grazie al Direttivo Cisg, ai soci e ai cittadini di San Ginesio che hanno partecipato numerosi all’evento. Grazie alla direttrice delle Poste di Loro Piceno, Federica Petetta e al dottor Sinibaldi di Poste Filatelia di Ancona. Grazie a Sara Tesei, l’artista sanginesina autrice della cartolina di Poste Italiane. Grazie al sindaco di San Ginesio, sig. Giuliano Ciabocco, che ha propiziato l’evento, e grazie al Presidente del Cisg, Luigi Lacchè, che lo ha onorato con la sua presenza».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X