Sacchi supera l’esame San Siro,
buona la direzione di Milan-Sassuolo

SERIE A - Il fischietto di Appignano dirige senza sbavature il match vinto per 2 a 1 dai neroverdi, suo esordio alla "Scala del calcio"
- caricamento letture

 

juan-luca-sacchi1-650x488

Juan Luca Sacchi con gli assistenti e i due capitani prima del calcio d’inizio di Milan-Sassuolo

 

di Michele Carbonari

Juan Luca Sacchi supera l’esame San Siro. Alla “Scala del calcio” l’arbitro di Appignano dirige senza sbavature Milan- Sassuolo, valida per la 32esima giornata del campionato di Serie A. Il fischietto 36enne torna ad arbitrare una big (per la prima volta i rossoneri) all’undicesimo gettone stagionale in massima serie.

juan-luca-sacchi È la serata del neroverde Giacomo Raspadori, che entra dalla panchina e in pochi minuti ribalta il Milan con una doppietta che difficilmente dimenticherà. Calhanoglu sblocca alla mezz’ora grazie ad un perfetto tiro a giro, scattando al limite del fuorigioco (buona la lettura dell’assistente) sul cambio gioco di Saelemakers (regolare il controllo, la palla non supera la linea laterale). Per il resto il compito di Sacchi è di sola ordinaria amministrazione, addirittura senza dover estrarre nessun cartellino. Il primo e unico giallo arriva dopo un’ora di gioco, a Djuricic, che interrompe la ripartenza di Leao. Episodio dubbio a metà ripresa: il tiro di Kessie in area sbatte su Obiang e rimpalla sul vicino e chiuso braccio di Ferrari, giusta la decisione di non prendere provvedimenti. La partita si fa più intensa con l’ingresso in campo dell’attaccante del Sassuolo Raspadori: al 76′ avvia e conclude l’azione del pareggio con un tap in. Sacchi è bravo a lasciar proseguire per il vantaggio neroverde in un paio di precedenti contatti dubbi al limite dell’area. Pochi minuti più tardi Raspadori raddoppia e regala il successo al Sassuolo grazie ad una bella giocata: diagonale ad incrociare e palo-gol. Nel finale Sacchi legge bene un retropassaggio volontario di Ferrari che il portiere Consigli respinge con le mani (dalla seguente punizione a due in area si salva il Sassuolo). L’arbitro assegna tre minuti di recupero e porta a casa la sufficienza nel giudizio degli episodi. Per il resto ci hanno pensato i giocatori, protagonisti di un match estremamente corretto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X