Rapina alle Poste,
condannato un 67enne

MACERATA - Riccardo Pastore era accusato del colpo messo a segno in via Lorenzoni nel marzo 2018. Due uomini colpirono alla filiale minacciando un'anziana col taglierino
- caricamento letture

 

rapina-poste-via-lorenzoni-macerata

 

Rapina all’ufficio postale di via Lorenzoni, condannato a 1 anno e 4 mesi, in continuazione con un’altra condanna (a 4 anni e 8 mesi) per due rapine a Jesi, Riccardo Pastore, 67 anni, campano. L’uomo aveva messo a segno il colpo in via Lorenzoni (il 19 marzo del 2018). L’uomo in quel periodo era latitante dopo essere scomparso il 7 marzo 2018 quando doveva presentarsi al tribunale di Macerata dopo l’arresto per la rapina al bar Ninetto (era ai domiciliari).

biasco

L’avvocato Domenico Biasco

Nel periodo di latitanza l’uomo è accusato di aver messo a segno il colpo in via Lorenzoni, ma anche altre due rapine a Jesi. A Macerata aveva agito insieme ad un complice. I due malviventi erano entrati intorno alle 11 del mattino all’ufficio postale e uno dei rapinatori aveva afferrato alle spalle una donna, anziana e le aveva puntato un taglierino. Nel frattempo il complice aveva raggiunto uno sportello e aveva mostrato una pistola. Alla fine il colpo, durato pochi secondi, aveva fruttato ai malviventi un bottino tra i 400 e i 500 euro. Oggi Pastore è stato condannato dal gup Giovanni Manzoni del tribunale di Macerata a 1 anno e 4 mesi in continuazione con i 4 anni e 8 mesi per le due rapine a Jesi. Pastore è difeso dall’avvocato Domenico Biasco.

(Gian. Gin.)

 

Colpo all’ufficio postale: taglierino puntato ad un’anziana, un cliente minacciato con la pistola

In fuga da un mese, catturato Ha colpito al bar Ninetto e alle Poste



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X