Otto anni alla guida della procura,
Giovanni Giorgio va in congedo
Il saluto del rettore di Unimc

MACERATA - Da questa settimana il magistrato andrà in pensione dopo aver portato avanti l'ultima importante indagine, quella sul delitto di Rosina Carsetti. Oggi è stato ricevuto da Francesco Adornato
- caricamento letture
procuratore-giorgio-adornato

Da sinistra: il procuratore Giovanni Giorgio con il rettore Francesco Adornato

 

Il procuratore Giovanni Giorgio sta per andare in congedo dopo otto anni alla guida della procura di Macerata. Giorgio, che dopo aver condotto, insieme al sostituto Vincenzo Carusi, le indagini per l’omicidio di Rosina Carsetti (ultimo dei più grossi casi di cronaca di cui si è occupato in questi anni, tra questi il delitto di Pamela Mastropietro, il raid di Luca Traini, il delitto di Pietro Sarchiè), ha trascorso qualche giorno a casa ed ora è rientrato a Macerata (dal primo aprile sarà in pensione). È stata una occasione per salutare il rettore Francesco Adornato. «Nel procuratore Giorgio l’Università di Macerata ha trovato un interlocutore stimolante e attento alle esigenze formative dei nostri studenti» ha commentato Adornato. Il riferimento principale è agli accordi tra i due enti che in questi anni hanno permesso a studenti e specializzandi di svolgere tirocini formativi all’interno della Procura. «Si chiude un cerchio che ha visto una fruttuosa collaborazione con l’Università di Macerata – ha ribadito Giorgio -. Ho sempre sostenuto l’importanza di aprire gli uffici giudiziari ai giovani e offrire occasioni per arricchire la loro formazione con la pratica sul campo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X