«Da Miliozzi polemiche inutili,
il Coc in presenza perché necessario»

MACERATA - L'assessore Paolo Renna replica al consigliere di minoranza: «Nessun post è stato cancellato. Non si rende conto del grande lavoro che stiamo portando avanti in questo momento di emergenza ma lo invito a collaborare»
- caricamento letture

 

FdI_FlashMob_FF-4-325x217

Paolo Renna

 

«Vorrei invitare il consigliere Miliozzi a fare maggiore attenzione quando osserva e parla dato che, oltre a confondere la pagina social del Comune con quella del sindaco Sandro Parcaroli non si rende nemmeno conto che stiamo vivendo una delle fasi più delicate dell’emergenza». A dirlo Paolo Renna, assessore alla Protezione civile che replica così a David Miliozzi, consigliere comunale di Macerata insieme che aveva obiettato sul perché la riunione del Coc si fosse svolta in presenza.

«Siamo tutti a lavoro per individuare e organizzare un punto di vaccinazioni in città per i prossimi mesi che servirà 24 comuni per oltre 150mila persone. Invece di fare polemiche inutili e senza fondamento potrebbe impegnarsi anche lui e collaborare. Oltre al fatto che il consigliere non è un attento osservatore dato che parla di un post e di una notizia pubblicati sulla pagina del Comune di Macerata quando invece l’aggiornamento relativo alla riunione del Coc è stato comunicato (e non è assolutamente stato rimosso come è possibile vedere dai social) tramite la pagina Facebook del sindaco Sandro Parcaroli, non si rende nemmeno conto che ci stiamo preparando a un’operazione di grande importanza e di imponente portata per tutto il distretto di Macerata».

Renna spiega: «Lunedì pomeriggio, nella sala consiliare (che potrebbe ospitare in presenza circa 40 persone), si è riunito il Coc alla presenza di 18 partecipanti tra amministrazione comunale, rappresentanti Asur, mondo del volontariato e Polizia locale. Una riunione svoltasi nel rispetto delle norme anti contagio: tutti i partecipanti hanno sempre indossato la mascherina, hanno rispettato la distanza di sicurezza, nella sala sono presenti i divisori in plexiglass e la porta principale è sempre rimasta aperta per favorire il ricambio dell’aria. Tra l’altro i partecipanti alla riunione sono tutti soggetti che, ogni giorno, in prima linea, fanno fronte all’emergenza e non di certo degli sprovveduti che non rispettano le disposizione anti-contagio. Si è deciso di fare una riunione in presenza dato che, durante la stessa, si è discusso di problemi logistici e organizzativi di fondamentale importanza in quanto, ripeto, siamo quotidianamente impegnati nell’organizzazione di una campagna vaccinale di grandi proporzioni – ha concluso l’assessore Renna -. Evidentemente il consigliere non si rende conto del grande lavoro che stiamo portando avanti in questo momento di emergenza ma lo invito a collaborare dato che tutti dobbiamo pensare, ora, alla salute e a vaccinare più persone possibili e non a sterili e inesatte polemiche».

Ipotesi vaccini anche a Piediripa, il Coc si riunisce in presenza: «Perchè non da remoto?»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X