“Il campanello della città amica”,
suona una volta al giorno
per anziani e persone fragili

MACERATA - L'iniziativa di Alzheimer Uniti Marche, una telefonata per dare la giusta vicinanza e domandare se ci sono particolari necessità
- caricamento letture

 

Circolamente_FF-30-325x217

Manuela Berardinelli

 

Per alleviare la solitudine e l’isolamento di tanti cittadini, in relazione al Progetto Nazionale “Macerata città amica della persona con demenza”, l’Afam Alzheimer Uniti Marche promuove, tra le tante iniziative messe in atto in quest’anno difficile, “Il campanello della città amica”. L’idea è quella di stabilire una volta al giorno per tutta la settimana un contatto quotidiano, all’inizio sarà tramite una telefonata fatta alle persone anziane e/o fragili, si chiederà a ciascuno se hanno delle necessità e se va tutto bene, un modo concreto per dare loro vicinanza. «Nel caso si riscontrassero delle necessità, queste saranno segnalate alla nostra segreteria, che, a seconda del bisogno e della richiesta, interverrà informando le opportune sedi – si legge in una nota dell’associazione presieduta da Manuela Berardinelli – . In seguito, anche con l’aiuto della bella stagione, la telefonata sarà sostituita dalla visita a domicilio. Suoneremo il campanello del cittadino, senza mai salire nel domicilio, sempre con la finalità di monitorare lo stato della condizione della persona e dare aiuto nel caso ci fosse qualche necessità. Questa azione è un servizio gratuito da sperimentare su Macerata città. Chiunque avesse piacere di essere incluso nel giro delle telefonate quotidiane può contattare il numero 3517644196 oppure il 377 9841431 e sarà inserito tra le persone da chiamare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X