Alberi protetti ma da abbattere:
«Troppo vicini alla ferrovia,
ne ripianteremo il doppio»

MACERATA - L'assessore Paolo Renna spiega le ragioni dell'intervento che inizierà lunedì
- caricamento letture
Giunta_Renna_FF-2-325x217

L’assessore Paolo Renna

 

Alberi protetti ma troppo vicini alla ferrovia. Per questo l’assessore Paolo Renna, che ha la delega al decoro urbano e ai parchi pubblici, ha disposto l’abbattimento di alcuni esemplari che si trovano a largo Pascoli a Macerata.

«Un intervento resosi obbligatorio per evitare eventuale violazione di legge alla normativa in materia di circolazione ferroviaria e non incorrere in ulteriori sanzioni e diffide come avvenuto in passato – ha detto Renna -. Nell’ottobre del 2019 infatti il Comune era stato obbligato con una sanzione e con una diffida ad abbattere alcune piante che insistevano in via Annibal Caro. Oggi dobbiamo obbligatoriamente procedere all’abbattimento delle essenze arboree in largo Pascoli».

L’abbattimento inizierà il primo marzo (lunedì). Le piante, che sono alcuni alberi di Pinus pinea e Cedrus libani, si trovano a una distanza non a norma dalla più vicina rotaia e rischiano quindi di arrecare pregiudizio alla sicurezza e regolarità della circolazione ferroviaria in caso di avverse condizioni meteo con forti perturbazioni atmosferiche. Anche le piante che si trovano dietro saranno abbassate per rientrare a norma di legge.

«Teniamo molto al patrimonio arboreo della città e abbiamo quindi pensato di ripiantumare il doppio delle piante che saranno abbattute in altri spazi della città – ha concluso l’assessore Renna -. L’amministrazione inoltre, in seguito alla mancata manutenzione degli ultimi anni che è sotto gli occhi di tutti, ha in mente un piano di potature e di recupero delle varie piante della città che vada a salvaguardare e tutelare l’incolumità dei cittadini».

«Spaccio e prostituzione al Monumento ai Caduti Per questo abbiamo tagliato le siepi»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X