Falsa assicurazione online,
automobilista truffato:
la polizia locale scopre l’inganno

MOGLIANO - Grazie al Police Street gli operatori hanno individuato un veicolo senza copertura assicurativa. Il proprietario credeva di avere una regolare polizza, è riuscito così a mettersi a norma e presentare una querela
- caricamento letture

municipale-mogliano_censored

 

Stipula un’assicurazione online, ma è una truffa. La Polizia locale scopre l’inganno e l’automobilista riesce a mettersi in regola evitando guai peggiori. E’ successo a Mogliano, grazie al “Police Street”, l’innovativo strumento elettronico a disposizione degli operatori della Polizia locale, che permette di leggere in tempo reale i dati sul tablet in dotazione. Il dispositivo, collegato a un sistema di rilevazione targhe tramite la videosorveglianza, è in grado di verificare immediatamente la copertura assicurativa e lo stato di revisione di un veicolo. L’apparecchio si basa sulla tecnologia Ocr, acronimo di Optical character recognisation (Riconoscimento ottico dei caratteri). In uno dei servizi di “Police Street”, il coordinatore della Polizia locale di Mogliano, l’ispettore Rosaria Severini e la collega, l’ispettore Gennj Carsetti, hanno scoperto un veicolo scoperto di assicurazione. Dai successivi accertamenti, è emerso che il proprietario dell’auto era ignaro della mancata copertura assicurativa, perché rimasto vittima di una truffa delle false assicurazioni on line. L’uomo ha potuto così sporgere querela e stipulare una regolare polizza assicurativa, ringraziando la polizia locale per l’accertamento, senza il quale avrebbe continuato a circolare credendo di essere in regola, con grande rischio in caso di incidente. Le conseguenze per chi circola senza copertura, infatti, sono notevoli e prevedono elevate sanzioni pecuniarie, il sequestro del veicolo con possibile confisca in caso non venga ripristinata l’assicurazione, e la perdita di punti dalla patente. La Polizia locale di Mogliano, consiglia ai cittadini «di prestare la massima attenzione e di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di consultare sul sito www.ivass.it: gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X