Lavoratori con contratto a chiamata,
contributi per oltre 85mila euro

CIVITANOVA - L'amministrazione ha finanziato 107 domande con 800 euro ognuna, l'assessore Capponi: «In questo momento di emergenza abbiamo cercato di raggiungere ogni categoria da sostenere»
- caricamento letture
barbara_capponi

Barbara Capponi

A distanza di pochi giorni dal suo annuncio, l’amministrazione Ciarapica rende noti i dati relativi ai beneficiari delle misure a sostegno destinate ai lavoratori con contratto a chiamata. Il Comune di Civitanova ha inserito gli aiuti a questa categoria nell’ambito delle misure per la solidarietà alimentare, per il sostegno al reddito, per la prevenzione covid 19 e per il sostegno delle società sportive. Su 129 domande valide, sono stati ammessi 107 beneficiari che percepiranno 800 euro cadauno. «Un sostegno concreto che nasce dall’ascolto costante dei cittadini e delle loro esigenze. – dichiara Barbara Capponi, assessore al Welfare ed ai Servizi Sociali – In questi mesi l’assessorato alle Politiche sociali ha incontrato centinaia di persone, e la situazione dei lavoratori a chiamata è emersa subito nelle sue varie sfaccettature e necessità: lavoratori che vengono da mondi e professionalità differenti, in coda tra quelli da ristorare, con un contratto già poco garantito e a maggior ragione in difficoltà visto il periodo difficile di pandemia che stiamo attraversando. Abbiamo voluto dare un segnale concreto mettendoci subito a lavoro anche attraverso un confronto serrato fatto dagli uffici con altri enti e istituzioni, al fine di conoscere quanto più possibile questo mondo e impostare un bando puntuale e mirato. In questo momento di emergenza l’amministrazione ha cercato di raggiungere ogni categoria da sostenere e, questo intervento, permetterà ai beneficiari di ottenere un sostegno di 800 euro ciascuno, tangibile e subito erogabile a supporto alle varie situazioni familiari e personali».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X