«Taglio del 30% dei contributi,
le società sportive hanno compreso
le difficoltà del momento»

MACERATA - La replica dell'assessore allo Sport Riccardo Sacchi a Potere al popolo e Strada comune sulla rimodulazione dei fondi elargiti dal Comune: «Cercheremo di recuperare risorse, sperando in interventi governativi a favore degli enti locali»
- caricamento letture
Giunta_Sacchi_FF-4-325x217

Riccardo Sacchi

 

Meno soldi dal Comune alle associazioni sportive già in crisi per la pandemia e il tutto mentre Macerata si candida a essere Capitale europea dello sport. Alle accuse di Strada Comune e Potere al popolo risponde Riccardo Sacchi, assessore allo Sport: «Innanzitutto stupisce che nel pieno di una crisi sanitaria, sociale ed economica senza precedenti, qualcuno si attardi a considerazioni errate e gravemente strumentali. La giunta ha provveduto, con buonsenso e responsabilità e non senza rammarico, a una doverosa riparametrazione delle contribuzioni economiche alle associazioni sportive le cui convenzioni sono in scadenza nell’anno in corso per motivazioni connesse alla riduzione delle attività in conseguenza della pandemia. Peraltro, occorre rilevare come le difficoltà relative alle risorse a disposizione derivino anche dalla pesante situazione ereditata dalla precedente amministrazione – continua Sacchi -. A questo proposito vale la pena ricordare che anche la Giunta Carancini, in virtù di analoga situazione emergenziale, nell’aprile del 2020 aveva disposto la sospensione dell’esecuzione dei rapporti contrattuali con le società e associazioni sportive affidatarie degli impianti cittadini, anche in quel caso provocando la conseguente sospensione dei contributi di gestione. Nello stesso tempo – ha aggiunto l’assessore allo Sport – teniamo a sottolineare come, con ogni singola realtà sportiva destinataria del doloroso provvedimento, vi sia stato un preventivo e approfondito confronto e ognuna di esse ha dimostrato un profondo senso di responsabilità, collaborazione e piena comprensione della difficoltà del momento che stiamo vivendo. Mai è stata nascosta la verità. Si sottolinea altresì come l’amministrazione, auspicando con forza interventi governativi a favore degli enti locali, sia impegnata a provvedere alla reintegrazione delle minori risorse in quanto lo sport, nella sua valenza sociale e in tutte le sue declinazioni, è stato e sarà al centro dell’attività amministrativa», ha concluso l’assessore Sacchi.

«Taglia i contributi alle società del 30% e si candida a Città europea dello sport: un capolavoro di mistificazione»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X