Chiosco del Sasso d’Italia,
al via il bando per la gestione

MACERATA - Prezzo a basta d'asta 6mila euro e durata della concessione 6 anni più 3. L'assessore Andrea Marchiori: «Vogliamo che questa splendida area verde della nostra città diventi luogo di aggregazione»
- caricamento letture
sassoditalia

Il chiosco del Sasso d’Italia

 

Il 29 gennaio al via le domande per il bando di concessione del chiosco del Sasso d’Italia a Macerata. Si procederà quindi come una gara pubblica dopo l’acquisto del chiosco da parte del Comune e alla concessione da parte della Provincia dell’area verde intorno. Le domande dovranno pervenire entro venerdì 26 febbraio e mercoledì 3 marzo, alle ore 12, ci sarà la gara pubblica. Chi vorrà potrà anche presentare richiesta per visitare il chiosco del Sasso d’Italia.

«La nuova concessione sarà libera e aperta a tutti nel pieno rispetto della legalità – ha sottolineato l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Marchiori -. Ci teniamo affinché questa splendida area verde della nostra città diventi luogo di aggregazione e il prezzo base dell’asta è stato stabilito in 6mila euro all’anno. Il bando comprende il Chiosco e lo spazio dedicato al gioco delle bocce».

inaugurazione-chiosco-sasso-ditalia-macerata-2020-foto-ap-29-325x217L’assegnatario potrà inoltre chiedere al Comune l’utilizzo dello spazio intorno al chiosco per la sistemazione dei tavolini e delle sedie. La durata della concessione è di sei anni più tre e l’assegnatario avrà la facoltà di eseguire lavori di sistemazione della struttura (ad esempio realizzazione di servizi igienici, pulizia delle facciate esterne, rivestimenti, rifacimento e/o manutenzione dei pavimenti, tinteggiature, manutenzioni del cornicione, sostituzione di infissi esterni, adeguamento e/o integrazione dell’impianto idrico ed elettrico, superamento delle barriere architettoniche, installazione di impianto di videosorveglianza) con una spesa autorizzata di massimo 5mila euro che potrà portare in detrazione del canone. Per il primo anno inoltre, il 2021, l’assegnatario beneficerà dello sconto del 20% così come la Giunta ha deliberato per tutte le attività in concessione del Comune in relazione all’emergenza economica legata al Covid-19.

«In merito al prezzo base dell’asta ci siamo trattenuti ai minimi per favorire le opportunità di sviluppo e di rivitalizzazione dei luoghi della città e, in questo particolare caso, delle aree verdi – ha aggiunto il sindaco Sandro Parcaroli -. Grazie anche al progetto dell’Università di Macerata della vicina Villa Lauri questa zona di Macerata potrà contare su una rivitalizzazione di ampio respiro».

Ricotta “lancia” il Sasso d’Italia: chiosco aperto ed eventi (Foto)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X