Ristori a lavoratori, imprese e partite Iva:
c’è un tesoretto di 140mila euro
Il Comune riapre il bando

CIVITANOVA - Potranno fare richiesta coloro che non hanno ricevuto sussidi in precedenza per le stesse categorie. Sono 72 le domande presentate dalle società sportive per il contributo di 1000 euro
- caricamento letture
ass-roberta-belletti-civitanova-FDM

L’assessore Roberta Belletti

 

Contributi e ristori non erogati, c’è ancora un tesoretto da 140mila euro da spendere, il comune di Civitanova riapre i bandi. Nuove possibilità di accedere ai fondi comunali destinati alle categorie di lavoratori colpiti dall’emergenza sanitaria causata dall’epidemia di Covid-19. La giunta comunale ha deciso, nella seduta di ieri, di riaprire i termini per la presentazione delle domande e di prorogare le date di scadenza di presentazione delle istanze on-line per i contributi a sostegno dei lavoratori autonomi, ditte individuali e liberi professionisti con un fatturato sull’intero anno 2019 non superiore a 75mila euro e che presentino una riduzione del fatturato 2020 di almeno il 33% rispetto allo stesso periodo del 2019. Per questa ulteriore manovra saranno utilizzati i 140 mila euro derivanti dalle economie dei bandi precedenti. Nell’avviso, che sarà pubblicato lunedì mattina e resterà aperto per dieci giorni, si specifica che potranno fare domanda solo coloro che non l’hanno già presentata in precedenza. «Insieme al sindaco e ai colleghi di giunta – spiega l’assessore al bilancio Roberta Belletti – abbiamo valutato di dare l’opportunità di ricevere un sussidio a chi ha un fatturato sull’intero anno 2019 non superiore a  75mila euro e che presentino una riduzione del fatturato 2020 di almeno il 33% rispetto allo stesso periodo del 2019». Nel precedente avviso era stato richiesto come requisito di aver registrato nell’anno in corso e fino al 30 settembre 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 33% rispetto al fatturato relativo al medesimo periodo del 2019. Nuova possibilità di ristori comunali dunque per lavoratori autonomi, ditte individuali e liberi professionisti che nel periodo estivo hanno avuto un recupero di fatturato, mentre nel periodo appena successivo hanno subito un’ulteriore e significativa riduzione del fatturato a causa delle ulteriori restrizioni governative. «L’amministrazione comunale – prosegue l’assessore Belletti – a dicembre 2020 ha soddisfatto 392 domande per l’erogazione dei contributi economici in favore di ditte individuali, i lavoratori autonomi e liberi professionisti. Ma vogliamo dare la possibilità a tutti coloro che hanno i requisiti al 31 dicembre 2020 di poter presentare le domande per il contributo, per questo abbiamo ritenuto opportuno riaprire i termini e prorogare le date di scadenza di presentazione delle istanze on-line. Quindi si calcola che potranno fare domanda altri 280 lavoratori con ditte individuali in difficoltà». La somma che verrà erogata come ristoro non potrà superare le 500 euro e potrà essere ridotta proporzionalmente in base alla disponibilità nuova assegnata a tale bando integrativo e il totale delle domande ammesse. Nel frattempo, sono stati elaborati i dati delle società sportive che hanno fatto richiesta degli aiuti messi a disposizione dall’Amministrazione comunale: sono pervenute 72 domande. Un settore, quello dello sport, in grave sofferenza e che deve affrontare questo periodo di emergenza sanitaria con la chiusura delle attività per rispettare le misure anti contagio. In bilancio è stato ricavato un fondo di 100mila euro da destinare alle società sportive, per un importo unitario massimo del contributo pari a 1000 euro per società o associazioni che hanno dimostrato di avere la sede sportiva nel comune di Civitanova, non gestire in convenzione impianti sportivi comunali ed essere iscritte/riconosciute nell’ambito di ciascuna propria federazione. «Gli uffici stanno provvedendo a liquidare i 72 mila euro – spiega l’assessore al Bilancio Roberta Belletti fornendo i relativi dati – che raggiungeranno 72 associazioni sportive cittadine che hanno fatto richiesta e che rientrano nell’ambito della manovra pensata dalla Giunta a sostegno dei lavoratori fragili, autonomi e cassaintegrati. Abbiamo voluto raggiungere la più ampia rosa possibile di persone colpite dall’emergenza, senza lasciare indietro nessuno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X