Campionati Italiani Paralimpici,
Anthropos organizza e punta in alto

KERMESSE - La società di Civitanova cura gli eventi in programma domani e sabato al Palaindoor di Ancona, momento significativo in ottica qualificazione per le Paralimpiadi di Tokyo 2021 e per gli Europei di Bydgoszcz (Polonia)
- caricamento letture

 

Il-presidente-dellAnthropos-Nelio-Piermattei-con-i-direttori-di-gara

Il presidente dell’Anthropos Nelio Piermattei con i direttori di gara

 


I Campionati Italiani Paralimpici non si piegano alla pandemia e ritornano ad Ancona per la sedicesima edizione, a porte chiuse e con un rigido protocollo di sicurezza. Nonostante il momento storico, la kermesse curata dall’Anthropos di Civitanova vedrà in pista e in pedana un numero importante di iscritti totali (oltre 180) per le prove outdoor e le gare indoor. Al Palaindoor è in calendario, venerdì 22 e sabato 23 gennaio, il consueto triplice evento con i Campionati Italiani Paralimpici di Atletica Indoor Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) e i Campionati Invernali di Lanci Fispes, validi anche come prima tappa della Coppa Italia, al campo Italico Conti concesso dal Comune di Ancona.
Si tratta di un momento significativo in ottica qualificazione per le Paralimpiadi di Tokyo 2021 (agosto) e per gli Europei di Bydgoszcz (Polonia), in programma a giugno. Venerdì le gare all’aperto si svolgeranno dalle 15 alle 18.30, mentre le prove indoor avranno luogo dalle 15 alle 19.30. Sabato l’orario outdoor e indoor sarà dalle 9 alle 13. La prestigiosa due giorni organizzata per il nono anno consecutivo dall’Anthropos (presieduta da Nelio Piermattei), su delega delle Federazioni Fisdir e Fispes, può contare sul supporto delle stesse federazioni, della Fidal Marche, della Protezione Civile, dell’Anpas e dei numerosi volontari, col patrocinio del Comune di Ancona, della Regione e della Provincia.

La-staffetta-dellAnthropos

La staffetta dell’Anthropos

Al via ben 35 società Fispes, due in più dello scorso anno, e 115 atleti: 53 lanciatori e 62 tra corridori e saltatori. C’è attesa per la sfida nei 60 metri tra la pluricampionessa paralimpica e mondiale Martina Caironi (Fiamme Gialle), la primatista italiana indoor Monica Contrafatto (Atletica Milardi) e la new entry Ambra Sabatini (Fiamme Gialle). Il compagno di club Simone Manigrasso, tra i top 5 mondiali nel 2020, si cimenta nei 60 metri maschili T64, il giovane di Fispes Academy Raffaele Di Maggio (Anthropos Civitanova) gareggia nei T20 (intellettivo relazionali). Il mezzofondista Ndiaga Dieng (Anthropos Civitanova) affronta gli 800 metri T20. Torna a correre i 1500 metri T11 al coperto Annalisa Minetti (Fiamme Azzurre), bronzo sulla stessa distanza alle Paralimpiadi di Londra 2012. Tanti altri nomi in lizza. In pista e in pedana al Palaindoor di Ancona campioni di caratura internazionale dell’atletica Fisdir. Partendo dagli iridati del 2019, nella staffetta Ruud Koutiki, Gaetano Schimmenti, Raffaele Di Maggio, Ndiaga Dieng e del campione europeo del 2018 nei 10.000 metri Fabrizio Vallone, tutti portacolori dell’Anthropos, passando al primatista nazionale dei 3.000 metri Colasuonno, la primatista europea nel cross corto Laura Dotto, Andrea Mattone, Francesco Conzo e il tesserato Anthropos Alessio Talocci, primatista italiano di disco e peso. Nella categoria C21 figurano Chiara Zeni, primatista europea dei 60 metri, Luca Mancioli, campione europeo nella 4×100 metri, e Daniele Gerini, campione europeo nel peso e nel disco.

consiglio_comunale-uscita_nord-DSC_0339-Valeria_Mancinelli-325x209

Valeria Mancinelli

Per questioni di sicurezza, nel rispetto del protocollo anti Covid-19 adottato dal Comune di Ancona, l’Anthropos ha rinunciato alla tradizionale conferenza di presentazione dei campionati dorici, ma i rappresentanti istituzionali hanno inviato le rispettive parole di buon auspicio per una kermesse molto sentita. Ad aprire la carrellata di interventi è la dichiarazione congiunta dei rappresentanti della città ospitante l’evento, il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e dell’assessore allo Sport Andrea Guidotti: «Ringraziamo l’Anthropos che si fa carico dell’organizzazione di un grande evento in un periodo così delicato e che potrà contare sulla vicinanza e sul sostegno dell’Amministrazione. Un saluto di benvenuto e un in bocca al lupo ai magnifici atleti che ci auguriamo di rivedere dal vivo nella prossima edizione».

 

conferenza-stracivitanova-2018-FDM-3-325x217

Nelio Piermattei, presidente Anthropos

Poi la dichiarazione dell’assessore regionale allo Sport Giorgia Latini: «Nonostante la convivenza forzata con la pandemia è fondamentale dare un bellissimo e significativo segnale di normalità. Un segnale di speranza ai tanti atleti di manifestazione. Sono contenta che attraverso la sinergia delle parti coinvolte prenda il via una kermesse di grande importanza per le Marche». Entusiasta il Presidente Fispes Sandrino Porru: «Siamo fieri di aprire la stagione nonostante l’emergenza Covid. Le nostre capacità organizzative danno rassicurazioni sullo svolgimento delle gare in sicurezza per tutelare tutti. Lanciamo un segnale di speranza al mondo dello sport in questa fase di crisi sanitaria e sosteniamo il percorso degli atleti verso grandi obiettivi. Un grazie particolare va all’Anthropos Civitanova che non si è tirata indietro, alla nostra delegata regionale Sabina Schiavoni, allo staff tecnico nazionale e a chi lavorerà per la manifestazione e la sosterrà». Soddisfatto Marco Borzacchini, presidente nazionale Fisdir: «Il campionato di Ancona aprirà il calendario nazionale Fisdir come nel 2020. Nella passata stagione, quando il Covid-19 era un nemico lontano, centrammo il record di iscritti, ora possiamo essere più che soddisfatti. Al Palaindoor avremo 71 atleti e 23 società, dato quasi inatteso vista la situazione. Un plauso va agli organizzatori dell’Anthropos, capaci di captare le esigenze dei tesserati, preparando un contesto sicuro in cui competere. Siamo lontani dal ritorno alla normalità, ma riprendere a gareggiare è sempre una notizia positiva per tutti».

Fabio-Luna_presidente-Coni-Marche-e1557927065437-325x206

Fabio Luna

Attento a ogni sfaccettatura Luca Savoiardi, presidente del Cip Marche: «I nostri atleti intravedono uno spiraglio di luce positiva in un periodo cupo. La ripresa delle attività desta però preoccupazione perché il virus è ancora più insidioso trattandosi di atleti disabili e viste le possibili occasioni di contagio». Colmo di gratitudine Fabio Luna, presidente del Coni Marche: «Svolgere ora gare agonistiche è già di per sé una vittoria. Lo sforzo organizzativo per garantire il rispetto delle misure anti Covid, consentendo agli atleti di dare il massimo in gara, è importante. Lo sport ha reagito senza fermarsi. Ringrazio atleti e tecnici per la determinazione e la federazione per le energie investite». Cuore e anima della macchina organizzativa è Nelio Piermattei, presidente dell’Anthropos: «Un evento voluto per dare un segnale di voglia di sport e di normalità. Le difficoltà sono tante per la situazione generale che dura da un anno. La risposta partecipativa di società e atleti è andata molto oltre le attese. Noi organizzatori daremo il massimo per essere all’altezza delle aspettative. Ringrazio il Comune di Ancona da anni ormai al nostro fianco, la Regione per l’importante sostegno alle nostre attività ed allo sport paralimpico, tutti coloro che ci supportano in questa organizzazione e, in particolar modo, i tanti volontari che ogni volta si stringono intorno a noi».

logo-Campionati-Ita-Paralimpici



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X