Vigili del fuoco, l’appello:
«Manca personale
nel Maceratese»

IL CONAPO lancia un messaggio ai sindaci del territorio affinché intervengano politicamente: «A Visso va garantito il distaccamento. Non si può ridurre il soccorso a logiche aziendali dove si deve produrre un tangibile fatturato per poterne consolidare la validità»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

vigili-del-fuoco-archivio-arkiv2-325x291

«Non si può ridurre il soccorso a logiche aziendali dove si deve produrre un tangibile fatturato per poterne consolidare la validità». Con queste parole il Conapo, sindacato dei vigili del fuoco, esorta i sindaci a non rimanere inermi a fronte delle carenze di organico della provincia di Macerata e chiede un loro supporto politico al ministero degli Interni affinché si attivino per risolvere le criticità operative della sede di Visso. «Investire risorse nella sicurezza e nel soccorso – continua il Conapo – producono un bene difficilmente tangibile benché immenso, che si manifesta attraverso il mantenere incolume la vita delle persone. Solamente chi ha avuto salva la vita o un bene da un pronto intervento dei vigili del fuoco può comprenderne sino in fondo l’importanza. Per quanto preventivabile che a distanza di 5 anni dal sisma si vogliano applicare significative riduzioni di spesa in un’ottica di risparmio strettamente legata all’emergenza sisma, non si può accettare che lo stesso Dipartimento non abbia previsto una diversa modalità di gestione delle risorse e del personale al fine di garantire comunque una doverosa forza operativa del distaccamento di Visso». Non usano mezzi termini i dirigenti sindacali del Conao per manifestare il loro malcontento e la loro preoccupazione. Hanno anche incontrato il comandante provinciale che ha manifestato l’intenzione di richiedere ufficialmente ulteriori risorse al capo del Corpo nella speranza di ristabilire quanto prima un corretto apparato operativo. Diverse sono le proposte avanzate dal Conapo. «Prevedere ulteriori risorse per il richiamo di personale in straordinario come avvenuto sino ad oggi, a prescindere da quale fondo vengano attinte – spiega il sindacato – Prevedere un immediato trasferimento dei vigili del fuoco residenti nella provincia di Macerata ma attualmente dislocati in altri comandi d’Italia (con minori criticità); prevedere, per le prossime assegnazioni degli allievi vigili del fuoco che stanno effettuato il corso di formazione, un numero maggiore di unità da dislocare presso il comando di Macerata. Bypassando le dinamiche legate ai colori politici, come fanno i vigili del fuoco quando portano il soccorso, il Conapo ha auspicato da parte di tutti i sindaci un’azione sinergica che manifesti interesse per la sicurezza di tutti i cittadini». Dei vari interventi, fa sapere il Conapo, in qualità di rappresentante del Governo sul territorio, si è sempre tenuto informato anche il prefetto.

«Vigili del fuoco penalizzati e sottoposti a rischio di contagio»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X