“Marche Palcoscenico Aperto”,
la cultura non si ferma

SPETTACOLO – Entro il 23 novembre si potranno presentare i progetti che concorreranno ad un finanziamento massimo di 5mila euro. Gli eventi da inserire sulle piattaforme digitali o anche attraverso spettacoli realizzati dentro teatri senza pubblico e trasmessi via telefono o anche tramite Whatsapp. Acquaroli: «E’ un atto dovuto»