«La Tosap ridotta del 70%?
Ci aspettavamo un taglio maggiore»

CIVITANOVA - L'associazione dei commercianti "Centriamo" delusa dalla manovra economica elaborata dal Comune. La presidente, Debora Pennesi: «Credevamo si sarebbe pagato almeno il 90-95% in meno»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Debora Pennesi presidente Centriamo

 

Tassa di occupazione del suolo pubblico ridotta del 70%, delusi i commercianti di Centriamo.  La manovra economica proposta dal comune di Civitanova è stata accolta con fastidio dalla categoria dei commercianti, in particolare ristoratori che si aspettavano uno sgravio maggiore. L’obiettivo ovviamente quello di aprirsi all’esterno (specie per i ristoranti più piccoli) e riuscire a contenere i disagi e i costi legati al distanziamento fra i tavoli previsti dal protocollo per la riapertura delle attività di ristorazione. L’ipotesi di un suolo pubblico completamente gratuito era passata tra i commercianti e per questo ieri la notizia di una manovra che invece prevede uno sgravio solo al 70% del dovuto sul pregresso ha lasciato tutti con l’amaro in bocca. Col risultato che questa mattina a decine hanno contattato la presidente dell’associazione Centriamo Debora Pennesi per chiedere spiegazioni: «Ci aspettavamo se non l’esonero totale del pagamento un intervento sostanzioso pari al 90% o al 95% e quindi c’è un po’ di delusione. In tanti mi hanno chiamato e sto cercando di mediare fra le richieste della categoria, in particolare quelle del settore della ristorazione, e l’amministrazione. Gli accordi presi non erano questi». Anche l’assessore al commercio Borroni aveva parlato tempo fa dell’eliminazione della tassa per il suolo pubblico, più cauto c’era andato il sindaco Fabrizio Ciarapica parlando invece di uno sgravio consistente di “almeno l’80%”. Anche perché in maggioranza alcuni si sono opposti all’applicazione di una misura di agevolazione superiore al 70% e pertanto facendo i conti fra le diverse anime in maggioranza e la “quadra” del bilancio, alla fine si è deciso per una misura intermedia che però non soddisfa i diretti interessati.

(l. b.)

 

Manovra economica post Covid, Tosap e Tari ridotte ma non annullate

«Civitanova prepara “bazooka” economico Ma rinunciamo a concerti e festival» A Porto Recanati investimenti sul turismo

Civitanova studia la ripartenza: «Ztl e dehors per i commercianti, tratti di spiagge libere agli chalet»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X