«Il turismo a Fiastra ripartirà,
ma serve dialogo e programmazione»

RIPRESA - Il coordinatore del gruppo ViviFiastra ritiene importante la sinergia con il Comune e all'imprenditore Claudio Bellimi replica: «All'inizio ha aderito al nostro progetto, poi si è chiamato fuori»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Fiastra-5-650x488

Fiastra

 

«Siamo sicuri che il turismo a Fiastra ripartirà, ma c’è bisogno di confrontarsi e di dialogare con l’amministrazione per programmare al meglio la stagione estiva nel rispetto delle normative vigenti in materia di Coronavirus». A dirlo è Alessandro Marini, coordinatore del gruppo commercianti “ViViFiastra”. Marini precisa in risposta a quanto affermato da Claudio Bellimi di Verde Fiastra sul gruppo che unisce tra loro la gran parte delle attività commerciali di Fiastra: «Ci tengo a sottolineare l’enorme differenza tra il dichiarare di aver “contribuito” e lasciar intendere di aver “aderito” ad un gruppo. È evidente che il noto imprenditore, dichiarando di aver contribuito alla creazione del gruppo ViViFiastra in assoluta buona fede, intendeva affermare di aver inizialmente aderito al progetto, ma che successivamente per le solite ragioni personali ha ritenuto opportuno chiamarsi fuori. Dettaglio non indifferente, in quanto al progetto “ViViFiastra” hanno aderito ben 21 attività delle 25 presenti sul tutto il territorio. Ad oggi ancora nessuna tra le aderenti, ha mai chiesto chiarimenti in merito all’abbandono del progetto da parte della ditta da lui rappresentata». Marini sottolinea anche l’importanza di salvaguardare la salute pubblica, garantendo i turisti che scelgono Fiastra come meta delle loro vacanze, alla luce delle normative per il contrasto alla diffusione del Coronavirus: «In merito al discorso della sicurezza e della vigilanza del territorio, apprezzo molto le parole del professionista, in riferimento a questo argomento. Mi rincuora il fatto che proprio in questi giorni sia stata istituita una commissione Covid-19 nel Comune di Fiastra che sta trattando e studiando attentamente la materia, per non rischiare di cadere in spiacevoli sorprese durante la stagione estiva, in piena crisi da emergenza sanitaria».

 

La Valle del Fiastrone oltre il Covid: «La montagna è pronta ad accogliere ma serve il rispetto delle regole»

Sentieri e aree verdi, prorogata la chiusura a Fiastra

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X