Riduce il cane in fin di vita,
scoperto e denunciato

TOLENTINO - L'uomo, di Belforte, è finito nei guai per maltrattamenti d'animali. Il cucciolo di Dobermann è stato sequestrato dalla municipale e affidato alle cure di un nuovo padrone
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
polizia-locale-sequestro-cane

Il cucciolo salvato dalla municipale

 

Maltratta il suo cane fino a ridurlo in fin di vita. Alla fine viene scoperto e denunciato. L’operazione è stata portata a termine dalla polizia locale di Tolentino. Il cucciolo di Dobermann viveva a Belforte ed era ancora nella custodia del proprio padrone, fin quando la notizia del perpetrarsi di maltrattamenti verso l’animale e di un suo recente ricovero in una clinica veterinaria è  giunta a un agente della polizia locale tolentinate fuori servizio che ha voluto vederci chiaro. «Una notte passata tra la vita e la morte, il cane è forte, speriamo che ce la faccia, stiamo facendo il possibile», avevano riferito agli agenti i veterinari durante il primo sopralluogo. Da quel momento è partita una serie di accertamenti. Il ricovero del cane nel territorio tolentinate ha permesso di porre immediatamente il piccolo dobermann sotto sequestro e di toglierlo, una volta per tutte, dalla disponibilità del proprio padrone. L’uomo, residente a Belforte, è stato deferito all’autorità giudiziaria per maltrattamento di animale ed il sequestro del cucciolo è stato convalidato dalla procura. Il commento del comandante Rocchetti: «Siamo felici dell’esito di questa operazione, ora il cucciolo è stato dato in custodia ad un veterinario del posto, che lo terrà presso la sua abitazione. Abbiamo avuto modo di andarlo a trovare, sta bene, è vivace e sereno. Finalmente ha trovato un posto sicuro, un nuovo padrone ed anche un nuovo nome, sperando che tutto ciò lo aiuti a dimenticare il suo passato e la crudeltà del suo primo padrone. Intanto nella prima giornata di riapertura, abbiamo effettuato alcuni controlli negli esercizi commerciali che hanno riaperto. Tavoli con distanziamento regolare, dotazioni di sicurezza e sanitarie regolari. Non è stata rilevata nessuna violazione alle disposizioni». «Una brillante operazione della nostra polizia locale a difesa degli animali – ha detto l’assessore Giovanni Gabrielli – Purtroppo in questi giorni di lockdown abbiamo registrato vari abbandoni. Un atto deplorevole verso i nostri amici a quattro zampe e quindi vogliamo fare un appello affinché tutti i cittadini assicurino il benessere dei loro animali che si sono trovati, proprio come noi, a dover convivere con tutti i lati negativi della pandemia».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X