Addio al giornalista Alberto Sensini,
il ricordo del figlio Mario:
«Tra noi c’era un legame speciale»

AVEVA 92 anni ed è morto a Roma ieri. Fino al terremoto del 2016 viveva a Fiastra dove era tornato una volta andato in pensione. E' stato direttore de La Nazione e autore di numerosi saggi politici. Aveva insegnato all'università di Macerata. Uno dei tre figli è capo ufficio stampa del commissario Legnini
- caricamento letture
20200410_122608-e1586514709220

Alberto Sensini

 

di Monia Orazi

Lutto nel mondo del giornalismo, si è spento ieri sera nella sua abitazione di Roma il giornalista Alberto Sensini. Aveva 92 anni, ne avrebbe compiuti 93 il prossimo novembre. Qualche mese fa aveva perso la moglie, Gabriella, lascia i figli Mario ex giornalista del Corriere della Sera, ora capo ufficio stampa del commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini, Angelo ed il figlio minore Michele giornalista e guida escursionistica. I funerali si svolgeranno domani a Fiastra in forma privata. Così il figlio Mario Sensini ha ricordato sui social i genitori: «Mi piace pensare a voi così, sul campo di San Martino, al tramonto, con lo sguardo verso l’infinito. Da domani siete lì, di nuovo, insieme. Grazie di tutto papà. Mi hai fatto capire tante cose, la bellezza della nostra terra, il valore dell’onestà e dell’impegno, il senso dell’umorismo. Ho voluto fare il tuo stesso mestiere e anche questo ha creato tra noi un legame speciale. Lo sentivo, mi manchi, ciao direttore». Alberto Sensini aveva vissuto fino alle scosse del 2016 nella casa di famiglia a San Martino di Fiastra, proprio di fronte a quella di nonna Peppina. Vi era voluto tornare dopo la pensione, era legatissimo alle Marche, a Fiastra e Camerino, partecipava alle numerose attività culturali della città ducale. Le scosse gli avevano tolto la possibilità di rimanere nelle Marche, con i familiari era tornato a vivere a Roma. A Macerata aveva insegnato come docente universitario di giornalismo nella facoltà di Scienze politiche, nel corso di diploma universitario in giornalismo. Era un fine cronista politico, autore di numerosi saggi di attualità sul mondo della politica italiana, tra i quali “Prima o seconda repubblica?” e “Caro Silvio, caro Massimo”, riferito a Berlusconi e D’Alema, nei primi anni Novanta protagonisti della scena politica italiana. Ai suoi studenti a Macerata aveva raccontato numerosi aneddoti, con uno sguardo disincantato e realista sui vari politici. Ai giovani aspiranti giornalisti raccomandava curiosità ed il classico «consumare le suole delle scarpe» del cronista in cerca di notizie, redarguiva gli studenti che non avevano con loro un giornale, perché «un giornalista deve essere il primo lettore», diceva. Sensini insegnava analisi del sistema politico italiano alla facoltà di scienze politiche della Luiss di Roma, dove è stato anche responsabile del settore giornalismo nella scuola postlaurea in comunicazioni di massa. Era entrato per caso nel mondo del giornalismo, come lui stesso raccontava. Dopo la laurea in lettere ad Urbino aveva avuto l’incarico di professore di italiano alle medie di Pioraco, poi a Matelica. Nel frattempo scriveva i primi articoli di cultura per il quotidiano il Corriere dell’Informazione e qualche suo pezzo, figurava anche sull’Appennino Camerte. Negli anni Sessanta era entrato alla redazione romana del Corriere della Sera, diventandone capo redattore nel decennio successivo, era editorialista di politica interna. Era stato direttore della Nazione di Firenze tra il 1977 ed il 1981, nel 1976 aveva avuto la funzione di direttore del Tg2. Aveva successivamente collaborato al «Mondo» di Pannunzio, alla «Nuova Antologia», al «Mulino». Aveva ricoperto il ruolo di presidente della stampa parlamentare romana, collaborando anche con Il Gazzettino di Venezia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =