«Ho rischiato l’amputazione,
grazie all’Ortopedia di Camerino
sono tornato a camminare»

PIEVE TORINA - Un 46enne grazie ad un intervento è guarito. Ora ha voluto ringraziare il medico Stefano Sfascia (in foto) e il personale del reparto
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

stefano-sfascia

Stefano Sfascia

 

«Ho ripreso a camminare grazie alle cure all’ospedale di Camerino, temevo l’amputazione di parte del piede destro». Un 46enne di Pieve Torina, R. R., ha deciso di ringraziare il medico Stefano Sfascia e il personale del reparto di Ortopedia dell’ospedale di Camerino: «se oggi riesco nuovamente a camminare, lo devo proprio a lui, alla sua competenza e alla sua dedizione» dice il 46enne. Il problema era iniziato a settembre dell’anno scorso: «una setticemia mi ha provocato un’ischemia ai piedi – racconta l’uomo – e dopo vari consulti si era giunti alla conclusione che doveva essere amputata buona parte del piede destro. Poi sono stato visitato dal dottor Sfascia che, pur costatando la gravità della situazione, ha acceso in me la speranza di poter evitare l’amputazione. Questo medico si è fatto carico della questione, mi ha seguito in questi mesi dolorosi, che mi hanno costretto per la gran parte a letto. La vicenda si è conclusa pochi giorni fa quando, con un piccolo intervento ad invasività ridotta, il problema è stato risolto nella sua totalità, salvando il piede. Ora posso tornare a camminare normalmente e senza protesi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X