facebook twitter rss

Travolto da un carico di terra,
muore operaio di 64 anni:
era prossimo alla pensione

TRAGEDIA sul lavoro a San Benedetto: la vittima è Paolo Guarino, lavorava per una ditta che sta eseguendo scavi per conto della Ciip. Il cantiere è stato sequestrato, disposta l'autopsia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
257 Condivisioni

 

Tragedia sul lavoro questa mattina a San Benedetto. Si è consumata intorno alle  8 in viale dello Sport dove una ditta della Campania sta eseguendo dei lavori di scavo per conto della Ciip. Per cause che sono al vaglio dei carabinieri e degli ispettori del lavoro, un operaio di 64 anni, Paolo Guarino, ha perso la vita travolto dalla terra che gli si è riversata addosso mentre si trovava sotto il livello stradale. E’ stato immediatamente soccorso dai colleghi di lavoro, ma le sue condizioni sono subito apparse molto gravi. Sul posto sono giunti i sanitari a bordo dell’ambulanza del 118, i carabinieri la cui caserma si trova a pochi metri, e una squadra dei Vigili del fuoco. La centrale operativa del 118 ha allertato l’eliambulanza che è atterrata nel piazzale dello stadio “Riviera delle Palme”, a pochi metri dal cantiere, dopo una ventina di minuti. Vista l’estrema gravità delle condizioni del 64enne, è stato però deciso di trasportarlo al pronto soccorso dell’ospedale di San Benedetto. Qui i medici hanno fatto di tutto per strapparlo alla morte, ma il cuore dell’uomo non si è più ripreso.

Le indagini sono in mano alla Procura di Ascoli che ha disposto l’autopsia, sequestrato il cantiere e richiesto alla Ciip la documentazione relativa ai lavori. Sul luogo della tragedia era infatti in corso la realizzazione dell’ultimo tratto del collettore fognario di Marina di Sotto, un’opera da 2 milioni e mezzo di euro, e che era stata appaltata alla Tecnobuilding di Eboli, per cui lavorava Guarino. Mancava pochissimo anche alla pensione dello sfortunato operaio. Invece il destino ha deciso diversamente. Dalle prime testimonianze Guarino stava camminando sul ciglio dello scavo, non più profondo di un metro e mezzo, e ci è caduto dentro. Non si sa se per un malore o perché è scivolato magari a causa di un cedimento degli argini, sarà l’esame autoptico a dirne di più. Fatto sta che proprio in quel momento la pala meccanica era in azione per riversare nel buco la terra che ha preso in pieno il 64enne, schiacciandolo e provocandogli ferite tali da non avere scampo. Inutili i soccorsi, seppure immediati. La centrale operativa del 118, allertata dagli altri lavoratori, ha inviato anche l’eliambulanza che però non ha caricato l’uomo. Era troppo grave. Pertanto i sanitari hanno ritenuto opportuno trasportarlo al pronto soccorso dell’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, dove però è morto pochissimo dopo.

(M. N. G.)

(Ultimo aggiornamento alle 20,30)

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X