facebook twitter rss

Povertà educativa nelle Marche,
arriva il segretario nazionale Cgil

MACERATA - Il convegno, in programma martedì 28 gennaio nell'aula magna del Dipartimento di scienze della formazione, beni culturali e turismo, farà il punto sulla qualità di scuole dell'infanzia e asili nido. Sarà presente Giuseppe Massafra
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
169 Condivisioni

 

La facciata del dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo

 

“La povertà educativa e la prospettiva zerosei: la qualità dei servizi, diritto delle bambine e dei bambini”, è questo il titolo del convegno in programma martedì 28 gennaio, dalle 15 alle 19, a Macerata, nell’aula magna del Dipartimento di scienze della formazione, beni culturali e turismo in contrada Vallebona. L’incontro, promosso da Flc Cgil Marche, Fp Cgil Marche, Cgil Marche, Proteo fare sapere, Institute Itard Center e patrocinato dal Comune di Macerata, sarà l’occasione per fare il punto su scuole dell’infanzia, asili nido e servizi educativi nelle Marche. Presente Giuseppe Massafra, segretario nazionale Cgil.

Il segretarioSpi Cgil Giuseppe Massafra

Al convegno parteciperanno Daniela Barbaresi, segretaria generale Cgil Marche, Matteo Pintucci, segretario generale Fp Cgil Marche, che introdurrà i lavori, Ivan Di Pierro, segretario Flc Cgil di Macerata. Tra gli interventi, quello di Giancarlo Cerini, ispettore tecnico che discuterà su “Prospettiva pedagogica ‘zerosei’: le parole chiave del decreto legislativo 65/2917”, Piero Crispiani, docente Unimc che parlerà di come “Restituire la scuola ai docenti: autonomia della didattica”, Paola Nicolini, docente Unimc che interverrà su “L’età d’oro dello sviluppo personale e l’educazione come fattore di prevenzione”. Inoltre, al convegno, prenderanno parte la vicensindaco Stefania Monteverde, che parlerà de “La povertà educativa sfida la comunità: il sistema integrato a Macerata”, Francesca Rosini, insegnante in una scuola d’infanzia, con “Educazione per tutti e dignità del ruolo professionale”, e infine Rebecca Marconi, collaboratrice della ricerca “Save the children” : Tra diseguaglianze e opportunità nei primi anni di vita”.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X