Il “birraio dell’anno” a MC77
Firenze incorona Matteo e Cecilia

PREMIO - Il birrificio artigianale di Serrapetrona trionfa alla kermesse nazionale
- caricamento letture
Matteo-Pomposini-e-Cecilia-Scisciani

MAESTRI BIRRAI – Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani alzano il trofeo

 

di Francesca Marsili

La giuria non ha avuto dubbi. Ad essere incoronato miglior “birraio dell’anno 2019”, è stato il birrificio artigianale “MC77” del duo maceratese Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani. La premiazione è avvenuta oggi pomeriggio, al teatro Tuscany Hall di Firenze, nell’ambito del festival che da 11 anni riconosce il miglior produttore di birra italiana. Emozioni liquide quelle della giovane coppia maceratese, fatte di acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito, capaci di sedurre i cento giudici che hanno giudicato il loro lavoro come il migliore del 2019. Dopo essere stati premiati come migliori emergenti in questa stessa kermesse nel 2015, quest’anno, i due mastri birrai di“Mc77”, alzano al cielo il boccale di “birraio dell’anno”. “La speranza c’era, come la consapevolezza di aver lavorato bene”, hanno dichiarato Pomposini e Scisciani al momento della premiazione. Il birrificio “Mc77” si trova a Caccamo di Serrapetrona, lungo la Statale 77 “ in omaggio a quella strada che ci ha condotto fino alla nascita delle nostre birre e lungo la quale questo progetto si è concretizzato” raccontano i due giovani. Sul podio, al terzo posto, troviamo un altro marchigiano, Marco Raffaeli del birrificio Mukkeller di Porto sant’Elpidio, decretato miglior “birraio dell’anno” per il 2018.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X