«Fece sparire i soldi degli studenti»
Impiegata patteggia due anni

SAN SEVERINO - Un'amministrativa dell'Itis Divini era accusata di peculato per non aver versato 2.600 euro, pagati dai ragazzi per una gita e un corso di nuoto. La preside, che doveva rispondere di omessa denuncia, è stata prosciolta
- caricamento letture
Tribunale-Macerata-2-650x433

Il tribunale di Macerata

 

Una era accusata di aver fatto sparire 2.600 euro degli studenti, l’altra di non averlo denunciato. Per questo oggi Rosalba Parrini e Rita Traversi, entrambe di San Severino, si sono presentate davanti al gup del tribunale di Macerata Giovanni Manzoni.  All’epoca dei fatti, il 2015, le due erano rispettivamente impiegata amministrativa e preside dell’Itis Divini. Oggi sono in pensione. Secondo l’accusa, sostenuta in aula dal pm Vincenzo Carusi, la Parrini non avrebbe versato e quindi avrebbe trattenuto per sé 1.300 euro di una gita scolastica e altri 1.300 di un corso di nuoto, soldi pagati dagli studenti. Da qui l’accusa di peculato. Lei, assistita dall’avvocato Cristina Servi, ha negato ogni addebito. E ha scelto di patteggiare due anni. La Traversi invece, in qualità di dirigente scolastica, era accusata di omessa denuncia. Difesa dall’avvocato Riccardo Callea l’allora preside ha spiegato di aver segnalato l’ammanco al Provveditorato. E’ stata prosciolta per lieve entità del fatto.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X