Aggressione a Civitanova,
Lega: «Basta con gli irregolari»

POLITICA - L'assessore Cognigni e il coordinatore Merlini esprimono solidarietà alle forze dell'ordine e poi se la prendono con l'amministrazione di Macerata
- caricamento letture
LEGA_InaugurazioneSede_FF_25-325x216

Il coordinatore provinciale Simone Merlini

 

«Con l’aggressione di stanotte a Civitanova in cui sono stati coinvolti degli irregolari cominciamo il 2020 esattamente da dove avevamo lasciato. Macerata e provincia sono immerse nel caos conseguente all’immigrazione incontrollata che costringe le forze dell’ordine a fare gli straordinari». Così i leghisti Giuseppe Cognigni, assessore alla Sicurezza di Civitanova e Simone Merlini, coordinatore provinciale.

L’episodio è quello dell’aggressione, da parte di due 26enni marocchini (di cui uno con posizione irregolare) che hanno aggredito alcune persone e gli agenti intervenuti (leggi l’articolo). Alle forze dell’ordine, dicono i due leghisti, «tutta la nostra solidarietà perché subiscono, oltre al rischio, l’offesa di un governo che vuole buttare alle ortiche non solo i confini nazionali, ma anche i decreti sicurezza. Non è civile quel luogo in cui non si può chiacchierare tra amici in una tranquilla serata di festa senza rischiare di essere picchiati se non peggio – concludono Merlini e Cognigni –. Mentre l’amministrazione comunale di Macerata impegna per altri tre anni i maceratesi a farsi carico dei famigerati programmi di accoglienza Sprar, la Lega di Matteo Salvini ribadisce l’impegno a mettere al primo posto della politica locale il bene dei cittadini e non di sedicenti rifugiati».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X