«Giuseppetti è il sindaco
autovelox d’oro»

SOCIAL - Ad annunciarlo Giovanni Battista Torresi, amministratore del gruppo Facebook “No autovelox dei comuni in superstrada”. Ha indicato come vincitore del "premio", secondo i voti degli iscritti alla pagina, il primo cittadino di Caldarola che commenta: «Quando si parla di qualcuno a qualsiasi titolo, bisogna certificare quanto si dice con dati alla mano. Quando le statistiche saranno disponibili vedremo se sarò io a meritare davvero una medaglia»
- caricamento letture

 

giuseppetti-luca-maria-premio-autovelox

La foto del sindaco Giuseppetti  sul gruppo Facebook

 

di Monia Orazi

Premio satirico di fine anno per il sindaco “Autovelox d’oro”, tra i comuni che si affacciano sulla superstrada 77 Valdichienti e che svolgono il servizio di controllo elettronico della velocità tramite autovelox. Nei giorni scorsi l’idea è stata lanciata sul gruppo Facebook “No autovelox dei comuni in superstrada” e tre sono risultati i finalisti: primo Luca Maria Giuseppetti sindaco di Caldarola, secondo Reano Malaisi sindaco di Montecosaro, terzo Alessio Vita sindaco di Belforte, tre comuni dove la polizia municipale svolge regolare servizio di controllo con autovelox. Ieri l’annuncio ufficiale del vincitore è stato dato sul gruppo dall’amministratore, Giovanni Battista Torresi, ex assessore provinciale da tempo attivo nella battaglia di sensibilizzazione contro l’uso fuori legge di autovelox lungo la Valdichienti. «A insindacabile giudizio degli iscritti al gruppo, per i continui appostamenti quasi “agguati” in superstrada da parte dei suoi vigili, il vincitore del premio “Autovelox D’oro 2019” è Giuseppetti sindaco del Comune di Caldarola!», si legge nella pagina Fb, dove viene raffigurato il primo cittadino con una coppa d’oro.

Iolanda-Rolli-e-Giovanni-Torresi-e1577797868550-325x279

Giovanni Battista Torresi

Giuseppetti, sentito al telefono così commenta l’iniziativa: «Non so come sia stato stabilito che nell’utilizzo dell’autovelox io sia il sindaco da premiare. Non ho a mia disposizione nessuna statistica sui servizi effettuati in superstrada ed i relativi incassi, quindi non so su che base sia assegnata questa medaglia. Da diverso tempo il Comune di Caldarola fa parte del servizio associato di polizia locale, gestito dall’Unione montana dei Monti Azzurri ed il numero e la tipologia di servizi, che naturalmente non sono solo relativi all’autovelox, ma coprono tutte le competenze della polizia locale, sono decisi dal comando e non dal Comune, ci vengono resi noti. In media in superstrada nel territorio del Comune di Caldarola se ne svolgono circa quattro al mese». Giuseppetti spiega come avvengono gli accertamenti: «Si svolgono servizi in quanto viene permesso dalla legge, qualora le norme cambino sarò il primo a non far svolgere più questa tipologia di servizio. Chi rispetta i limiti di velocità non deve temere nulla, ma chi non rispetta i limiti è un pericolo per se stesso, oltre che per gli altri, fa rischiare anche famiglie e automobilisti che rispettano il codice della strada e questo non è giusto. La postazione di autovelox del Comune di Caldarola è una sola, si trova all’altezza della frazione Valcimarra. Ce n’è un’altra, poco dopo l’uscita di Caldarola, che molti ritengono essere di Caldarola, ma che in realtà è nel territorio del Comune di Belforte. Gli incassi, di cui al momento non ho i dati, hanno destinazione vincolata come previsto dalla legge a finalità di sicurezza stradale. Quando si parla di qualcuno a qualsiasi titolo, bisogna certificare quanto si dice con dati alla mano, quando le statistiche saranno disponibili vedremo se sarò io a meritare davvero una medaglia».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X