Capodanno sold out a Civitanova,
in tanti arrivano dall’Umbria

31 DICEMBRE - Veglioni e alberghi registrano il tutto esaurito in occasione di fine anno. La Serra e Calamaretto tra le location più gettonate
- caricamento letture

 

capodanno-la-serra

Cenone di Capodanno nel club La Serra

 

di Laura Boccanera

Capodanno da tutto esaurito in hotel e ristoranti, attività piene a Civitanova. Tantissimi i pendolari dall’entroterra e dall’Umbria che scelgono i ristoranti più in voga e poi si fermano per la notte. La città brinda alla scoccare della mezzanotte con Veuve Cliquot nei locali della movida. Tutto pieno nei gettonatissimi La Serra e Calamaretto. Il ristorante degli Ascani propone il Veglione show con cena e dopocena e già da un mese ha esaurito i posti a disposizione: «Siamo pieni da un mese, abbiamo anche tanta gente della zona, imprenditori, bei tavoli, siamo molto felici». Proposte di pesce nel menù e musica live anche da Calamaretto sul lungomare sud. Ristoranti scelti da tantissima gente che arriva anche da fuori regione, per lo più umbri e provenienti dall’entroterra, qualcuno dall’Abruzzo. E sono molti quelli che poi decidono di rimanere a dormire. Tutto esaurito negli hotel: prenotazioni di 1 o 2 notti per il 31 e 1 gennaio. «Abbiamo riempito l’hotel senza i portali online e senza intermediazione, ma solo tramite il sito e chiamate dirette – ha detto Stefano Mei dell’hotel Velus – per lo più sono famiglie e coppie che scelgono Civitanova per il veglione e poi rimangono per la notte. Sono state festività positive dal profilo delle presenze, anche nelle giornate di Natale, in aumento rispetto agli anni precedenti». Tutto pieno anche negli hotel Acquamarina e Chiaraluna in centro: «le prenotazioni per Capodanno sono sold out già da un mese – spiega Milena Mecozzi dell’hotel Acquamarina – devo dire che anche per Natale abbiamo riempito, meglio degli anni passati soprattutto il 26. Abbiamo gente che arriva dall’Umbria e anche alcuni veneti con parenti nella zona. Di media si fermano un paio di giorni». «Da settembre in poi, dopo un’estate davvero buona c’è stato un leggero calo, ma per Capodanno è tutto pieno – conferma anche Filippo Testa dell’hotel Chiaraluna – prevalentemente ospiti provenienti dall’Umbria». Tutte piene le 3 sale del ristorante Orso, storica location dei veglioni di Capodanno e da sempre locale scelto dall’associazione emodializzati di Civitanova che meno di un mese fa ha perso il suo storico fondatore Enrico Costantini. In attesa che l’associazione si riorganizzi Rossano Orso ha deciso di portare avanti l’organizzazione del veglione che da sempre era realizzato in collaborazione con Enrico. «Abbiamo tutte le sale piene e abbiamo deciso di assumerci il carico dell’organizzazione. Abbiamo invitato il fratello di Enrico e ci saranno anche i pazienti del reparto con i collaboratori, medici e infermieri. Nel menù, accanto al 2020 ho voluto ricordare Costantini, con un piccolo “ciao Enrico”.

Feste, cenoni e brindisi d’alta quota: gli eventi del Capodanno in provincia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X