facebook twitter rss

Ordine degli architetti,
convegno sul Bauhaus

MACERATA - Appuntamento in programma domani alle 17 all’auditorium della biblioteca Mozzi Borgetti. Domani sera a Villa Potenza l'amministrazione incontra i cittadini su "uso aree verdi e sicurezza"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
34 Condivisioni

 

La conferenza stampa di presentazione del convegno sul Bauhaus

 

Un’occasione per riflettere sulla portata della scuola di Weimar, fondata nel 1919 da uno dei più grandi maestri del Movimento Moderno, Walter Gropius, sia da un punto di vista storico sia progettuale. E’ il convegno “Bauhaus. Architettura come fine ultimo” organizzato dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Macerata in collaborazione con il Comune di Macerata, in programma domani, a partire dalle 17, all’auditorium della biblioteca Comunale Mozzi Borgetti. «La mostra Bauhaus 100 non finisce mai. A Macerata – afferma l’assessora alla Cultura Stefania Monteverde – è stata in questi mesi un vero cantiere culturale. Abbiamo ricreato in città quel clima culturale che fu della scuola del Bauhaus cento anni fa, fatto di incontri, esperienze, scambi di idee e conoscenze che ha coinvolto studenti, scuole, università professionisti, artisti, piccoli e grandi. Ecco a cosa servono le mostre, alla crescita della comunità. Grazie all’Ordine degli Architetti che ha compreso questo e contribuisce alla città della cultura».

«Per noi molto è molto importante questa collaborazione tra Ordine degli Architetti – afferma il presidente Vittorio Lanciani – e Comune di Macerata per la realizzazione del convegno sul Bauhaus a 100 anni dalla sua fondazione. Un’iniziativa che coincide anche con la “Festa dell Architettura” che ogni anno organizziamo, con un convegno, in prossimità delle vacanze natalizie. Inoltre è fondamentale che si parli di architettura e di qualità della costruzione ed il Bauhaus è uno dei massimi esempi della storia dell‘Architettura in termini di qualità». «Il 1919 in ambito disciplinare è un anno importantissimo – interviene Michele Schiavoni -. Molti storici fanno coincidere a questo anno la nascita del Movimento Moderno in architettura _ interviene Michele Schiavoni responsabile della commissione Cultura dell’Ordine degli Architetti – . E questo è dovuto proprio alla nascita del Bauhaus in quell’anno, fondato da uno dei più grandi architetti del ‘900, Walter Gropius. Macerata è legata agli eventi del Bauhaus grazie alla figura di Ivo Pannaggi un artista eccezionale, studente nei primi anni ’30 alla scuola Weimar. Il 4 dicembre sarà occasione per riflettere su queste tematiche e su tante altre ancora, come ad esempio quanto del Bauhaus è rimasto oggi nel nostro essere architetti e non solo». La portata dei relatori quali, Marco Biraghi uno dei maggiori storici italiani di architettura, Valerio Paolo Mosco architetto e critico di architettura, Gianluca Peluffo dal 2018 visiting rofessor d’architecture presso l’Enam, Ecole National d’Architecture de Marrakech insignito del titolo di “Benemerito della Scuola e della Cultura” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Franco Purini architetto, saggista e docente universitario, di prestigio internazionale, permetterà di coprire tutti gli aspetti affrontati dal Bauhaus nei suoi anni di attività, dalla grafica, al design, all’architettura, quest’ultima come sintesi di tutte le forme d’arte applicate, come dal titolo del convegno.

***

Il teatro di Villa Potenza

“Uso aree verdi e sicurezza urbana” incontro a Villa Potenza – Appuntamento con l’Amministrazione comunale in programma per domani, mercoledì 4 dicembre, alle 21,15 nel teatro di Villa Potenza. Si tratta di un nuovo incontro dopo quelli già organizzati nelle frazioni di Piediripa e Sforzacosta e nei quartieri della città. «Le iniziative fanno parte integrante di un percorso che, nel rispetto di una mozione approvata dai partiti di maggioranza del Consiglio comunale, si prefigge di dare vita a un modello di partecipazione attiva e mutuale dei cittadini alla gestione della sicurezza urbana – si legge nella nota diffusa dall’ente – obiettivo incluso sia nel programma di mandato della attuale Amministrazione che nel Piano della Sicurezza Urbana approvato dall’assise cittadina, a cui si aggiunge il tema delle aree verdi».

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X