facebook twitter rss

“Duecento anni dall’impresa
dei Cento consorti”
in un libro di Lucia Tancredi

MACERATA - Una pubblicazione dedicata ai cittadini che diedero vita allo Sferisterio. Sarà presentata giovedì al teatro della Filarmonica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
44 Condivisioni

L’arena Sferisterio

 

L’avventura dei Cento Consorti che diedero vita allo Sferisterio in un libro di Lucia Tancredi. «Duecento anni fa quasi cento cittadini maceratesi si riunivano per sottoscrivere l’obbligazione primordiale, con la quale si determinavano a costruire lo sferisterio più bello d’Italia – spiega Walfrido Cicconi, presidente della Società Civile Eredi dei Cento Consorti –  Non solo un luogo destinato al gioco della palla a bracciale, ma un tempio laico dove esercitare una cittadinanza attiva in nome del bene comune. I Cento Consorti, molti dei quali erano progressisti, liberali e carbonari, rappresentavano un Ottocento generoso, pieno di grandi passioni, ideali e spirito di gruppo, non solo il secolo superbo e sciocco, secondo la definizione leopardiana.  Il genio di Ireneo Aleandri – allora solo ventottenne – realizzava il monumento secondo l’estetica neoclassica, nella persuasione che la bellezza potesse salvare il mondo da violenza e ignoranza. I carati, le quote dei Consorti, sono arrivati per vie dirette o traverse agli Eredi i quali non si sono sciolti al tempo della fine dei lavori e neanche dopo la cessione dell’Edificio al Comune nel 1985, per tenere vivi valori e ideali che avevano animato gli antenati. Parlare dello Sferisterio è parlare di Macerata, non solo perché l’edificio è nella città, ma è la città stessa ad essere nell’Arena».

Lucia Tancredi

«Per celebrare l’anniversario abbiamo chiesto alla scrittrice Lucia Tancredi di raccontare questa  avventura. Il risultato è più di un saggio storico, una microstoria appassionante in cui il tono narrativo segue fedelmente il dato reale, svolgendo due secoli di storia maceratese ed italiana».

Il libro verrà presentato giovedì 5 dicembre alle 17,30 al teatro della Filarmonica, in via Gramsci. L’autrice sarà accompagnata dall’attrice Pamela Olivieri e dal pianista Fabio Capponi. L’evento, gratuito e aperto al pubblico, ha il patrocinio del Comune di Macerata, dell’Accademia dei Catenati e della Società Filarmonica.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X