Accattonaggio e bivacchi,
arriva il Daspo urbano

CIVITANOVA - E' uno dei provvedimenti inseriti nel nuovo regolamento di Polizia urbana, che venerdì dovrà essere approvato dal Consiglio. Tra le altre norme anche la disciplina su rumori e sul decoro di facciate e vetrine di negozi sfitti e la regolamentazione per la custodia dei cani. Il sindaco Ciarapica: «Un documento che offre opportunità di intervento nel settore della sicurezza e del decoro, un contrasto a fenomeni di degrado»
- caricamento letture
sindaco-fabrizio-ciarapica-archivio-arkiv-civitanova-FDM-1-325x217

Il sindaco Fabrizio Ciarapica

 

di Laura Boccanera

Daspo urbano per accattonaggio e bivacchi, disciplina su rumori e sul decoro di facciate e vetrine di negozi sfitti, regolamentazione per la custodia dei cani e delle loro “deiazioni”. Sono solo alcuni dei punti inseriti all’interno del regolamento di Polizia urbana di Civitanova, un corpus di 45 articoli e di una quarantina di pagine che disciplina la convivenza civile su argomenti non previsti da leggi nazionali e che possono offrire strumenti di intervento alla polizia municipale e forze dell’ordine su comportamenti che non costituiscono reato o non normati. A redigerlo è il comune di Civitanova che porterà il regolamento in consiglio venerdì sera per l’approvazione. «E’ uno strumento che mancava da tempo – dice il sindaco Fabrizio Ciarapica – l’ultimo regolamento risale al 1925 e disciplina per esempio come lasciare e legare i cavalli in centro. C’era dunque la necessità di aggiornarlo e in questi mesi il segretario, con il comandante dei vigili e in sinergia con Prefettura e forze dell’ordine hanno redatto questo documento che offre opportunità di intervento nel settore della sicurezza e del decoro urbano ad esempio, è un contrasto a fenomeni di degrado come accattonaggio e abusivismo, ma anche sulla manutenzione delle facciate degli immobili o ad esempio contro il sovraffollamento degli appartamenti». Lo strumento sanzionatorio utilizzato è quello del daspo urbano che permette all’amministrazione di segnalare in Prefettura soggetti che reiterano le infrazioni consentendone l’allontanamento dalla città. In pratica funziona come un foglio di via che, se violato, arriva fino all’arresto. Le disposizioni contenute si attengono alle leggi statali e regionali che già disciplinano numerosi aspetti del vivere quotidiano. «Ritengo questo un atto importante e atteso per la nostra città – continua Ciarapica – che diventerà esempio per tante altre città, e che arriva all’approvazione dopo un lungo percorso di consultazione in maggioranza e con le forze dell’ordine dove si sono raccolti contributi, suggerimenti e proposte. Lo abbiamo elaborato con la giusta ponderazione, proprio per renderlo massimamente utile ed efficace». Il testo si divide in 45 articoli e conferma prescrizioni e divieti per il commercio abusivo, per l’accattonaggio, la sosta di caravan, la prostituzione di strada, il sovraffollamento abitativo. Molto dettagliata anche la parte dedicata agli animali che stabilisce norme per la loro tutela, custodia e detenzione, ma anche ad esempio la disciplina dei mestieri girovaghi, la tutela della quiete e del riposo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X