facebook twitter rss

Azzannato il cane di Fernanda Recchi:
«L’avrebbe sbranato
se la proprietaria non interveniva»

CIVITANOVA - L'animale è rimasto ferito dopo l'aggressione di un molosso. L'ex assessore: «L'ha afferrato e sollevato, la padrona è intervenuta e ha evitato il peggio»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
616 Condivisioni

 

Fernanda Recchi

 

Azzannato alla testa da un molosso il cane dell’ex assessore Fernanda Recchi. Il suo cagnolino, un meticcio di piccola taglia, è stato attaccato ieri mattina da un molosso che si trovava al guinzaglio della padrona in piazza della Libertà a Civitanova Alta. Il cane si è avventato sulla bestiola che era invece libera. «E’ stato terribile – ha raccontato la Recchi, avvocato, ex assessore comunale e presidente dell’associazione Cantiere Lavori – ho visto il mio cane afferrato per la testa e sollevato da terra. Sarebbe stato sbranato se non fosse intervenuta la proprietaria del cane che con coraggio ha infilato la mano dentro le fauci del suo cane riuscendo, rimanendo lei stessa ferita, ad aprire la bocca del molosso. Il mio cane se l’è cavata ma ha rischiato di perdere l’occhio, aveva i buchi dei denti nel cranio. Tanta paura e tanto dolore, ma fortunatamente stiamo bene. Questi cani però dovrebbero girare con la museruola».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X