Cda Atac, pronuncia dell’Anac:
«Cessata l’incompatibilità di un membro»

CIVITANOVA - Ottavio Brini, ex vicepresidente della municipalizzata, si era rivolto all'Anticorruzione che in parte gli ha dato ragione: «Conferma che c'è stata, andrà fino in fondo»
- caricamento letture
ottavio-brini

Ottavio Brini

 

Incompatibilità di un esponente del cda dell’Atac di Civitanova, l’Autorità per l’anticorruzione risponde a Brini e in parte gli dà ragione. L’ex vicepresidente attacca: «Andrò fino in fondo». Ottavio Brini, ex vicepresidente della municipalizzata poi estromesso nel rinnovo del consiglio di amministrazione torna a chiedere a sindaco e segretario comunale risposte alla luce di un pronunciamento dell’Anac, interrogata dallo stesso Brini su alcuni punti controversi. In particolare Brini chiedeva se il rinnovo del cda dell’azienda partecipata, dopo le alterne e intricate vicende che portarono allo scioglimento, fu legittimo. Su questo l’Anac non si pronuncia dal momento che la vicenda non è di sua competenza, ma Brini chiede comunque risposte: «E’ un anno e mezzo che protocollo richieste di chiarimenti e non riesco ad avere una risposta, sapere è un mio diritto, rispondere, un dovere». Il secondo quesito sottoposto all’Anac era relativo alla presunta incompatibilità di un esponente del cda nominato in un secondo momento che aveva in corso con l’Atac un rapporto di collaborazione come revisore dei conti. L’Anac rileva che l’incompatibilità del membro del cda c’è stata, ma è cessata il 31 agosto. «Quindi ravvisando che è cessata conferma che incompatibilità c’è stata – sostiene Brini – anche perché come è facilmente verificabile la nomina nel cda è avvenuta al 31 luglio del 2019, quindi per oltre un mese c’è stata incompatibilità. Ora andrò fino in fondo a questa vicenda nelle sedi opportune – e poi commentando la vicenda dal punto di vista politico Brini aggiunge – Il silenzio su questa vicenda da alcuni consiglieri di maggioranza e da quelli di minoranza mi conferma che politicamente sono dilettanti. Sono sicuro che il sindaco non sia responsabile di quanto accaduto, ma il suo silenzio su questa vicenda può dar adito a sospetti».

Dimissioni Brini da Cda Atac, l’Anac: «Non erano necessarie»

Atac, Brini torna alla carica «Il cda deve essere sciolto»

Nomina Cda, Brini scuote l’Atac: «Profili per invalidare la convocazione»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X