facebook twitter rss

Giovane mamma morta in un b&b
L’autopsia: ipotesi overdose di farmaci

CIVITANOVA - Svolto l'esame sul corpo di Laura Conti, 30enne di Terni e madre di due bimbi. Da due mesi viveva a San Marone
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
252 Condivisioni

 

Il recupero del corpo della ragazza

 

Serviranno 60 giorni per avere certezze sulle cause della morte di Laura Conti, la 31enne trovata morta ieri mattina a Civitanova, in un b&b del quartiere San Marone dove la giovane mamma viveva da due mesi.

Laura Conti

L’autopsia svolta questa mattina dal medico legale Antonio Tombolini non ha fatto emergere un quadro distante da quelle che erano le prime ipotesi investigative dei carabinieri della Compagnia di Civitanova. A stroncare la vita della donna potrebbe essere stata l’assunzione di qualche sostanza, farmaci (che assumeva per una cura che seguiva) e forse anche stupefacenti. Non è da escludere che si possa anche essere trattato di un gesto volontario. Ipotesi che non daranno comunque pace ai familiari della ragazza, arrivati oggi da Terni, città dove la donna aveva vissuto e dove vivevano anche i suoi figli, per le formalità di rito. Il corpo, dopo l’autopsia, è stato riconsegnato ai parenti per il rientro a casa. Laura Conti aveva 31 anni. Già da un po’ viveva a Civitanova dove aveva lavorato saltuariamente per un night club della città. Al momento però non era occupata ed era andata a vivere in una stanza del b&b Pippo. Da due mesi alloggiava lì e ieri quando uno dei proprietari è passato davanti alla sua camera ha trovato la porta socchiusa, dentro il corpo già senza vita della ragazza. La notizia è arrivata velocemente a Terni e a San Gemini dove per un periodo la giovane donna aveva vissuto. Una ragazza con la passione per i tatuaggi, per gli animali e per lo sport.

(l. b.)

 

Ragazza di 30 anni trovata morta in un b&b

 

Il comandante della Compagnia carabinieri di Civitanova Massimo Amicucci sul luogo del rinvenimento

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X