Banca Macerata dal rugby al volley:
«Sosteniamo chi fa crescere i giovani»

L'ISTITUTO di credito mette in vetrina le società che sponsorizza. Il presidente onorario Tartuferi: «Siamo da sempre al fianco di queste società forse considerate minori ma che invece minori non lo sono affatto»
- caricamento letture

 

banca-macerata-volley-rugby-6-650x433

Nicola Cerqueti, Gaia Muccichini, Adriano Acciarresi, Ferdinando Cavallini, Irene Croceri, Loris Tartuferi, Alejandro Rico Gonzalez, Natale Monopoli e Adriano Di Pinto

 

di Mauro Giustozzi

Per una mattinata Banca Macerata diventa vetrina dello sport con il Rugby Macerata e la Pallavolo Macerata ospiti dell’istituto di credito che sponsorizza entrambe le società, soprattutto in nome dell’attività di base e giovanile che esse svolgono in città e sul territorio.

banca-macerata-volley-rugby-3-325x217A fare gli onori di casa il presidente onorario di Banca Macerata, Loris Tartuferi, e il presidente dell’istituto di credito, Ferdinando Cavallini. Nutrita la rappresentanza dei due club, con quello della palla ovale guidato dal presidente Rolando Mozzoni, dall’allenatore Nicola Cerqueti, dal capitano della squadra Adriano Acciarresi e da Gaia Muccichini capitana della formazione femminile. Sul fronte del volley, invece, l’allenatore della Pallavolo Macerata, Adriano Di Pinto, e la diagonale della squadra composta dal palleggiatore e capitano Natale Monopoli, personaggio conosciutissimo dagli sportivi per la sua lunga precedente militanza con la Lube prima e Potenza Picena poi, tra i tanti club in cui ha giocato in serie A, e dall’opposto cubano Alejandro Rizo Gonzalez.

banca-macerata-volley-rugby-1-325x217

Ferdinando Cavallini e Loris Tartuferi con la delegazione della Banca Macerata Rugby

In questa occasione a fare gli onori di casa alle due società sponsorizzate da Banca Macerata è stato proprio Loris Tartuferi. «Sono felice di rivedere vecchi conoscenti, come gli amici del rugby, e volti nuovi come quelli della pallavolo – ha esordito il presidente onorario-. Diciamo pure che c’è un filo di continuità forte tra me e il dottor Cavallini che dall’aprile dello scorso anno mi ha sostituito nel ruolo di guida di Banca Macerata: abbiamo una stessa filosofia di lavoro che ci ha portato ad immaginare e far conseguire a Banca Macerata risultati ottimi in questi anni di attività in mezzo a mari tempestosi della crisi economica che c’è stata e quella che, purtroppo, vediamo all’orizzonte. Però il nostro istituto ha saputo crescere anche in questa situazione come dicono i risultati mostrati con i numeri della prima semestrale del 2019 illustrata pochi giorni fa. E’ necessario però che ci sia una svolta per questo nostro territorio che altrimenti rischia sempre più lo scivolamento verso il sud dell’Italia. Un territorio che si deve svegliare anche nella valutazione e vicinanza sempre maggiore verso questa banca che è l’unica che ha radici ben piantate ancora qui».

banca-macerata-volley-rugby-7-325x217Tartuferi  ha sottolineato poi come localismo e territorialismo Banca Macerata lo dimostri proprio con queste sponsorizzazioni verso realtà come il rugby ed il volley. «Siamo da sempre al fianco di queste società forse considerate minori ma che invece minori non lo sono affatto – ha ribadito il presidente onorario-. Che, tra l’altro, non sono le uniche che affianchiamo visto che siamo vicini anche ad Atletica Avis, hockey prato di Potenza Picena, Lega Navale di Civitanova e numerose manifestazioni podistiche che si svolgono in diverse aree della provincia. Sosteniamo soprattutto quelle società che si impegnano e lavorano coi giovani che sono il futuro: un po’ come abbiamo fatto noi di Banca Macerata che siamo passati dai 14 iniziali agli attuali 70 dipendenti, la maggior parte giovani e con la parità di genere ben equilibrata».

banca-macerata-volley-rugby-4-325x217Irene Croceri, responsabile marketing dell’istituto di credito, ha mostrato poi il nuovo logo che campeggerà sulle maglie del Banca Macerata Rugby, con i simboli stilizzati della palla ovale e del logo della banca che si intrecciano. «Il nostro movimento muove circa 250 ragazzi – ha affermato il presidente Rolando Mozzoni – ed avremmo bisogno di poter contare su un impianto di gioco che sia davvero la casa della palla ovale. Sembra che qualcosa si stia muovendo per quanto riguarda il nuovo impianto che dovrebbe nascere accanto al Centro Fiere di Villa Potenza. Ho avuto incontri col Comune nei giorni scorsi e rassicurazioni che l’iter sta andando avanti. Spero che stavolta, dopo tante promesse, sia la volta buona». Banca Macerata Rugby che parteciperà al campionato di serie C1 con l’obiettivo di entrare nei primi tre posti che valgono l’accesso ai playoff. «Noi cerchiamo sempre la prestazione – ha detto il coach Cerqueti – che si differenzia dall’obiettivo vittoria che ne è una conseguenza. L’obiettivo è dare il massimo ogni volta che si scende in campo, possiamo dire di essere la mina vagante del campionato». Rugby che soprattutto nel settore giovanile esprime il suo grandissimo potenziale sportivo e di socialità. Formazioni under 8, 10, 14, 16, 18 ed anche con i più piccoli grazie al rugby six dedicato ai bambini sotto i 6 anni di età. «Lavoriamo moltissimo anche con le scuole – ha sottolineato Gaia Muccichini – con quelle di Macerata, Tolentino, Caldarola e Belforte con ottimi risultati di questi ragazzi che nei torni scolastici spesso arrivano alle finali. A livello femminile sono 2 anni che collaboriamo con la società de L’Aquila per quanto riguarda il rugby a 15 mentre in Coppa Italia schieriamo una nostra squadra essendo formazioni da 7 giocatrici. Ma non è detto che in un prossimo futuro non si possa avere anche a Macerata una squadra maggiore, visto anche che quest’anno abbiamo ben 18 giocatrici che si sono tesserate con Banca Macerata Rugby».

banca-macerata-volley-rugby-5-325x217

La delegazione della Pallavolo Macerata con Ferdinando Cavallini e Loris Tartuferi

Anche sul fronte della Pallavolo Macerata gli obiettivi si divaricano tra quelli della prima squadra e quelli delle giovanili. «In A3 l’obiettivo sarà vincere il più possibile – ha esordito il coach Di Pinto – anche perché siamo una delle formazioni più accreditate del campionato grazie alla formazione costruita dal ds Modica un mix di ex ragazzi molto esperti e giovani promettenti come ad esempio Marco Valenti che viene dalla ‘cantera’ di questa società. Ma è enorme il lavoro che viene svolto dal settore giovanile, con una squadra Under 20 che partecipa al torneo di serie C ed un’altra che milita in D. Poi ci sono tante altre formazioni di ragazzi e la collaborazione con la società di San Severino con la quale assieme facciamo i tornei Under 16, 14 e 13 e la stessa Volley Academy nata assieme all’Helvia Recina femminile con la quale ci dividiamo il palazzetto e che vede la presenza di bambini e bambine dai 6 ai 12 anni». In conclusione Nat Monopoli non si è sottratto dal ricordare che «gli obiettivi stagionali sono molto importanti. Sulla carta siamo una delle squadre da battere, poi sarà come sempre il campo a dare il suo verdetto. Però siamo bene attrezzati e ci faremo rispettare non solo al Fontescodella ma anche in trasferta». L’opposto Gonzalez ha concluso affermando che «faccio parte di un gruppo a cui piace lavorare tanto in palestra e sono certo che faremo una bella stagione regalando soddisfazioni anche a Banca Macerata ed ai suoi dirigenti che invitiamo a venire a sostenerci al palazzetto».

banca-macerata-volley-rugby-2-650x433

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X