facebook twitter rss

Gli inglesi preferiscono le Marche:
«Dimenticate la Toscana»

TURISMO - Arriva nell'edizione domenicale del Times la consacrazione turistica della regione da parte degli inventori del "Chiantishire". Recanati meta consigliata nel Maceratese
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
2K Condivisioni

Il servizio del Times

 

“Is Le Marche the Next Tuscany?” Così titolava nel 2005 il New York Times dando speranza alla nuova vocazione turistica della regione che racchiude un campione completo della bellezza nazionale. Sono passati anni e ieri le Marche sono tornate ad avere l’attenzione della stampa internazionale e stavolta proprio da quelli che hanno fatto della Toscana un mito, gli inglesi. «Dimenticate la Toscana, scoprite le colline e le spiagge delle Marche, la regione segreta d’Italia». E’ l’invito rivolto dal Sunday Times che nell’edizione on line dedica un ampio servizio alla regione, corredato di foto, dalle spiagge di Portonovo e di Fiorenzola di Focara, all’immancabile Urbino, fino ai paesaggi dei Monti Sibillini. Nel Maceratese è Recanati la meta indicata come la più appetibile: in particolare il giornale suggerisce un aperitivo in piazza Leopardi e una visita a casa del poeta e sottolinea come ovunque in città siano visibili i versi di Giacomo.
L’articolo parte dalla pronuncia esatta: “si dice ‘lay-mar-kay’, ma i britannici la chiamano the Marches”, poi il domenicale del Times esorta ad evitare “la folla del Chiantishire” e propone una serie di tappe, a seconda dei gusti: l’arte (Urbino e Recanati i luoghi più noti), il paesaggio, la buona cucina (Mauro Uliassi e Moreno Cedroni), il mare, la montagna e la collina, le mete di charme segnalando una differenza importante con la Toscana e l’Umbria, “le sue vicine più vistose: Urbino e Recanati sono affascinanti come ciò che può offrire la Toscana, con arte e architettura, prezzi bassi e neppure un po’ di coda”.

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X