Inaugurata la nuova Tac a Civitanova,
snellirà le attese in pronto soccorso
«Prosegue il trasferimento dei reparti»

SANITA' - Taglio del nastro all'ospedale per il nuovo macchinario che darà risposte più veloci ai casi urgenti. Il direttore dell'Area Vasta 3 Alessandro Maccioni: «E' un ulteriore passo a completamento di quello che è un progetto che prevede anche l'installazione di un ecografo e di un tavolo radiologico». A Recanati altro battesimo: nuova location del Centro di salute mentale
- caricamento letture
inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-7-650x434

Il governatore Ceriscioli taglia il nastro a Civitanova

 

di Laura Boccanera (foto di Federico De Marco)

E’ arrivata al pronto soccorso di Civitanova la nuova Tac per la radiologia d’urgenza. Un macchinario atteso da tempo dalla struttura ospedaliera in grado di alleggerire il lavoro gravoso della Radiologia che mediamente effettua ogni giorno solo per il reparto circa 50 esami (oltre 15mila annui), a cui si aggiungono altri 10 al giorno (oltre 3mila annui) derivanti dai traumi in arrivo al pronto soccorso.

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-8-325x217

Da sinistra il presidente Luca Ceriscioli, Alessandro Maccioni direttore Area Vasta 3, Carla Belleggia (Direttore Radiologia) e Domenico Sicolo (Direttore Pronto soccorso)

Due apparecchi che permetteranno di accelerare i tempi di attesa, nervo scoperto per i pazienti e criticità per il personale. Nel pomeriggio il tour dei tagli di nastro della sanità si è concluso a Civitanova – in mattinata aveva toccato Camerino e San Severino – dove, oltre all’investimento sulla Tac, sono stati inaugurati e presentati i miglioramenti apportati alla struttura col completamento dell’impianto di climatizzazione e con l’entrata in funzione di una nuova camera sterile a due letti nel reparto di ematologia grazie alla cospicua collaborazione dell’Ail Ancona e di numerosi privati. Soddisfatto il direttore dell’Area vasta 3 Alessandro Maccioni che assieme al presidente della Regione Luca Ceriscioli ha raggiunto l’ospedale civitanovese atteso dal personale medico e infermieristico dei reparti. La nuova Tac, un’apparecchiatura a 64 strati è stata installata nel mese di agosto e sarà destinata alle urgenze del pronto soccorso, nella traumatologia e nelle urgenze non traumatiche del torace e dell’addome. La nuova Tac è inoltre di adeguato utilizzo anche per le patologie oncologiche ed ortopediche. L’apparecchiatura, che consente ricostruzioni multiplanari e tridimensionali con archiviazione automatica, è dotata di tecnologie moderne per il controllo della dose radiante. «E’ un ulteriore passo – ha commentato Maccioni – a completamento di quello che è un progetto che prevede anche l’installazione di un ecografo e di un tavolo radiologico. Proseguiremo poi con i trasferimenti di reparto che renderanno migliore e più fluida la gestione. E’ iniziato il percorso per lo spostamento di allergologia al terzo piano e il trasferimento dell’oncologia nei locali dell’allergologia. La collocazione di una Radiologia dedicata in area attigua al Pronto soccorso garantisce una migliore continuità diagnostico-terapeutica per far fronte in tempi ridotti alle richieste di esami radiologici in urgenza». L’intervento è inserito nel più ampio progetto di riqualificazione che ha coinvolto molte zone dell’ospedale per il quale è stata prevista una spesa complessiva di oltre 6 milioni di euro. La quota parte di investimento per la realizzazione della radiologia d’urgenza ammonta a 320mila euro, mentre la nuova Tac è costata 292 mila euro.

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-9-325x217

L’inaugurazione della camera sterile, nella foto Massimo Palazzo, Riccardo Centurioni, Francesco Alesiani e il consigliere regionale Francesco Micucci e il presidente Ceriscioli

Al secondo piano invece è stata inaugurata con l’ex direttore dell’Ematologia Riccardo Centurioni e col nuovo direttore, Francesco Alesiani, la quinta camera sterile del reparto. Grazie alle donazioni dell’Ail di Ancona (presente la vice presidente Lia Cinciripini), del Banco Marchigiano col presidente Sandro Palombini, e grazie all’intervento di numerosi privati, il reparto è stato dotato di un sistema di climatizzazione separato da quello dell’ospedale, con degli split che garantiscono un filtraggio dell’aria più sicuro e di 5 letti tecnologici e moderni per le esigenze dei pazienti che rimangono allettati per lunghi periodi a causa della malattia. «Senza i privati non potremmo fare nulla – ha commentato Riccardo Centurioni – è grazie all’Ail e alle tante donazioni se riusciamo ad avere in 2 mesi quello che, se seguissimo i tempi della burocrazia, avremmo in 2 anni. L’Ail a Civitanova è molto apprezzato perché chi dona vede concretamente dove finiscono quei soldi. Ad oggi l’Ail ha donato al reparto di ematologia di Civitanova oltre 200mila euro. La donazione è sempre un fatto importante perché testimonia la vicinanza dei privati nei confronti del territorio ed è un vanto perchè testimonia la generosità della nostra gente. Non smettiamo mai di investire nelle nostre strutture e il connubio fra il pubblico ed il privato è teso al miglioramento del servizio. Una delle cose su cui ho puntato molto è stata anche la climatizzazione, un impegno necessario per alleviare chi è costretto a stare in ospedale d’estate, un segno di civilità».

centro_salute_mentale_recanati

L’inaugurazione del Centro Salute Mentale

Il tour di visite sanitarie e ospedaliere del presidente della Regione Luca Ceriscioli ha fatto tappa anche a Recanati, taglio del nastro per il Centro di salute mentale. Da giugno 2019 la struttura sanitaria è stata trasferita all’interno dell’ex poliambulatorio in via Madonna Cupa da Varano, che si è resa disponibile a seguito del trasferimento di uffici e ambulatori nell’ospedale. Attualmente il Centro salute mentale, nella sua nuova sede, occupa tutto il piano terra con il Centro diurno e porzione del primo piano con gli ambulatori psichiatrici territoriali ambulatoriali.

L’esigenza di maggiori e nuovi spazi ha portato alla decisione di trasferire il Csm nella nuova sede che resta comunque temporanea, in attesa che vengano ulteriormente adeguati gli spazi all’interno dell’ospedale. Infatti l’Area vasta 3 ha già approvato uno studio di fattibilità di lavori di adeguamento impiantistici e strutturali dell’ospedale suddiviso in 3 step, per un importo complessivo di 1.793.785 euro. Ciò consentirà di allocare al suo interno il servizio di fisioterapia che andrà a sistemarsi negli spazi della chirurgia ambulatoriale (oggi inutilizzati). Nella seconda fase il Centro di salute mentale andrà ad occupare gli spazi lasciati liberi dalla fisioterapia e per finire  il Dipartimento di prevenzione. Per il trasferimento del Csm all’interno dell’ex poliambulatorio di via Madonna Cupa da Varano sono stati necessari interventi di tinteggiatura e ristrutturazione per 12.400 euro. In mattinata Ceriscioli, accompagnato dall’assessore Angelo Sciapichetti, dai consiglieri regionali Sandro Bisonni e Francesco Micucci e dal direttore di Area Vasta 3 Alessandro Maccioni, ha visitato altre due strutture ospedaliere, quella di Camerino per l’inaugurazione di un ecografo e quella di San Severino per l’inaugurazione dell’Hospice.

Ecografo e restyling dell’Hospice: dal dolore di due imprenditori, un dono alla collettività (FOTO)

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-1-650x434

Il personale del reparto di Ematologia

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-10-650x434

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-6-650x433

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-5-650x434

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-4-650x434

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-3-650x434

inaugurazione-Tac-camera-sterile-ematologia-civitanova-2-650x434

 

Ecografo e restyling dell’Hospice: dal dolore di due imprenditori, un dono alla collettività (FOTO)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X